Reggio Calabria, la denuncia di Musella: “il bene confiscato assegnato all’associazione Riferimenti ha il tetto di eternit”

eternit motta sg contrada pitea DSC02749 (Medium)“Il bene confiscato, assegnato all’associazione Riferimenti dal Comune di Reggio Calabria, consta anche di una bella lastra di eternit, in bella mostra sul tetto. Nonostante le denunzie effettuate all’amministrazione comunale ,proprietaria dell’immobile, e le varie richieste per un pronto intervento di smantellamento ,l’amianto e’ ancora li’ a minacciare la salute pubblica.quella degli abitanti della zona. Invitiamo i cittadini residenti in zona a ribellarsi. Noi abbiamo provato più’ volte a responsabilizzare l’Amministrazione comunale ma invano“, scrive in una nota Adriana Musella, presidente dell’associazione Riferimenti. “Faccio rilevare – prosegue- che anche l’assessore alla “legalita”che in un primo tempo sembrava interessarsi al caso , si è’ reso irreperibile………Stranezze. Si può uccidere in tanti modi, l’eternit è uno dei tanti ma agli amministratori di Reggio Calabria non importa”, conclude.