Reggio Calabria, il consigliere Mauro: “conferenza permanente è il primo passo verso la reale conurbazione tra le sponde dello Stretto”

Reggio Calabria dall'alto«Quella di oggi è una giornata importante, il primo passo verso la concreta realizzazione dell’Area dello Stretto con una serie di iniziative finalizzate a promuovere un processo di reale conurbazione tra Reggio Calabria e Messina». E’ quanto ha dichiarato il Consigliere Delegato alla Città Metropolitana Riccardo Mauro a margine della seduta di insediamento della Conferenza permanente interregionale per il Coordinamento delle politiche dell’Area dello Stretto.

«La conferenza interregionale che si insedia oggi a coronamento dell’ottimo lavoro svolto dal Presidente Domenico Battaglia – ha aggiunto il Delegato Mauro – sarà sicuramente un valido sostegno a tutte le iniziative che i Sindaci delle Città Metropolitane di Reggio Calabria e Messina stanno promuovendo con l’obiettivo di valorizzare lo Stretto come elemento di unione tra le due sponde. L’idea è quella di realizzare in tempi brevi una grande ed operativa Area dello Stretto che garantisca concretamente la continuità territoriale tra la Sicilia e la Calabria e metta in sinergia le iniziative di carattere sociale, economico e culturale tra le due sponde. Con il sostegno delle due Regioni è chiaro che questo processo subirà un’importante accelerazione».

«Già da tempo – ha spiegato il Consigliere delegato – le Città Metropolitane di Reggio Calabria e Messina hanno avviato questo percorso, collaborando e coordinando le iniziative promosse sui tavoli romani per recuperare quella centralità strategica che lo Stretto ha assunto nei secoli. Siamo il centro geografico del Mediterraneo, la nostra particolare posizione ci pone come porta meridionale d’Europa. Lo status di Città Metropolitana non può che favorire questo processo e rappresenta una grande opportunità per lo sviluppo dei nostri territori. La riforma degli Enti locali e la piena realizzazione delle cosiddette “Città Stato” rappresentano un importante occasione ed un impulso decisivo per lo sviluppo dell’intero Paese».

«La novità oggi – ha concluso Mauro – è che Reggio Calabria e Messina non stanno più a guardare la classe dirigente romana che decide del loro destino. Abbiamo preso in mano il nostro futuro, decidendo di partecipare realmente ai tavoli decisionali più importanti dove si stabiliscono le linee guida per il rilancio dei nostri territori. E’ una grande opportunità, un’occasione che non possiamo perdere. In questo senso ritengo assolutamente positivo il primo passo compiuto oggi».