Reggio Calabria, i capigruppo di maggioranza: “affermiamo il primato della politica, Falcomatà ha la schiena dritta”

palazzo san giorgio“Gli esiti dell’indagine Fata Morgana, brillantemente condotta dalla Procura di Reggio Calabria, disegnano un quadro a tinte fosche all’interno del quale alcuni personaggi appartenenti a quella che è stata definita “la loggia coperta” tentavano di condizionare in maniera pesante le dinamiche economiche e sociali del governo del territorio»”. Lo scrivono in una nota congiunta i capigruppo della maggioranza consiliare a Palazzo San Giorgio Antonino Castorina (Partito Democratico), Antonio Ruvolo (Partito Socialista Italiano), Giovanni Latella (La Svolta), Demetrio Martino (Democratici per Reggio Metropolitana), Filippo Bova (Cambiare Reggio Cambia), Francesco Gangemi (Centro Democratico), Paolo Brunetti (A Testa Alta), Giuseppe Sera (Oltre) e Valerio Misefari (Reset). “Vogliamo unirci alle parole espresse dal Sindaco Giuseppe Falcomatà – prosegue la nota - che all’indomani della chiusura dell’indagine ha ringraziato la magistratura e le forze dell’ordine per il grande lavoro svolto a servizio della comunità, che ha consentito di scoperchiare il sistema malato che asfissiava settori importanti dell’economia cittadina. Lo stesso primo Cittadino, appena qualche settimana fa, parlando proprio in occasione di un’iniziativa pubblica sul tema della Città Metropolitana tenutasi presso Palazzo Alvaro, aveva sottolineato la necessità di ribadire il primato della politica su qualsiasi altro tipo di portatore di interesse”. “Vogliamo ribadire questo concetto: le decisioni sul futuro della nostra terra, ancor di più oggi alla luce degli importanti appuntamenti istituzionali che ci apprestiamo a vivere con l’entrata in vigore ufficiale della Città Metropolitana, devono essere in capo a chi, democraticamente eletto, ne rappresenta la comunità. Solo la politica, in quanto espressione democratica della società, può assurgere al ruolo di decisore amministrativo sulle scelte che riguardano i cittadini. Non ci siamo mai sottratti all’ascolto delle istanze del territorio, soprattutto quando dalla nostra comunità giungevano istanze genuine e proposte costruttive, ma non ci siamo mai fatti abbindolare da sedicenti associazioni che nascondevano, dietro un paravento culturale, interessi biechi e personali che nulla hanno a che vedere con il bene dei cittadini e con l’interesse collettivo. La nostra bussola è sempre stata e rimarrà lo spirito di servizio nei confronti della nostra città, con spirito di ascolto certo, ma nella consapevolezza che le decisioni rimangono in capo a chi si è assunto l’onere di governarla”. “Da questo punto di vista - conclude la nota – non possiamo che ringraziare il Sindaco Falcomatà per aver dimostrato, attraverso comportamenti concreti, di avere la schiena dritta e di procedere senza tentennamenti, sfuggendo a qualsiasi condizionamento di natura illecita, anche di fronte a tentativi ripetuti di minaccia ed intimidazione, sulla strada della legalità e della giustizia sociale. Un percorso che il Sindaco Falcomatà ha condiviso con i cittadini, fin dal primo istante, mettendoci la faccia concretamente, e portandolo avanti con convinzione anche nella difficile ed entusiasmante sfida del Patto per Reggio Calabria, concertato con i Sindaci e gli amministratori del territorio, unici soggetti titolati a farlo. Le opere individuate, che partiranno nei prossimi mesi, rappresentano una grande occasione di sviluppo per l’intero territorio metropolitano, e siamo certi che, insieme agli altri fondi che arriveranno grazie alla nuova credibilità acquisita da Reggio Calabria sul piano nazionale, saranno gestite con la consueta e proverbiale trasparenza e con la correttezza amministrativa che da sempre caratterizza l’operato del nostro Sindaco”.