Reggio Calabria, Fratelli d’Italia: “Falcomatà fa solo propaganda”

palazzo san giorgio“Salire su un pulpito di fortuna e urlare a gran voce che la città di Reggio Calabria si sia, testualmente, “rotta le palle” di intimidazioni mafiose e attacchi ad onesti cittadini, fare passerelle e selfie accanto alle stesse vittime, inneggiando alla legalità e alla tutela della cittadinanza, farebbero del primo cittadino di qualsiasi città, un sindaco modello. Ma solo se ad urla e a buoni propositi seguissero fatti e atti che dimostrassero il reale intento a voler fare qualcosa piuttosto che rendere tutto ciò una mera propaganda, l’ennesima. La protesta da parte degli agenti della Polizia Municipale evidenzia quanto le parole in questo caso siano rimaste vane. L’immobilismo dell’amministrazione comunale è imbarazzante, alla luce della situazione in cui si trovano ad operare gli agenti della Polizia Municipale: senza un comandante da circa 9 mesi, privi di adeguati mezzi per poter esprimere al meglio le loro capacità in strada e soprattutto di una giusta retribuzione”, scrive in una nota Antonino Carlo Fazio di Fratelli d’Italia. “E’ inaccettabile – prosegue- che in una città come Reggio Calabria, e con le criticità che ne comporta, si richieda agli agenti della P.M. di operare al massimo delle loro capacità, senza poi riconoscere loro vari corrispettivi, come l’indennità di disagio, di straordinario e di turnazione; le prestazioni straordinarie così come si chiedono, meritano di essere remunerate come previsto dalla legge. E’ inaccettabile che, a fronte di uno scenario normativo che va via via modificandosi ed adattandosi alle esigenze del momento, non esista un piano di formazione appropriato affinchè gli agenti possano applicare al meglio e con cognizione di causa gli strumenti normativi a loro disposizione. La Polizia Municipale -aggiunge- prima ancora delle altre forze di polizia, rappresenta il biglietto da visita di una città, il primo check point di legalità e sicurezza attraverso cui transitare e non si può avere un comportamento cosi denigrante come sta dimostrando quest’amministrazione; basti pensare alla totale mancanza di tatto con cui è stato congedato il Comandante della Polizia Municipale uscente, nominato, tra le altre cose, proprio dalla stessa amministrazione Falcomatà. Mi verrebbe da chiedere quali siano le reali intenzioni a fronte di questa situazione, ma, come al solito, il silenzio la farà da padrona e le mie domande non troveranno risposta, spero per manifesta incapacità e non per mancanza di rispetto verso un corpo che merita l’apprezzamento di tutti noi per il suo operato quotidiano in nome della sicurezza del territorio e della tutela di noi cittadini”, conclude.