Reggio Calabria, CISL FP: “bene il Museo Archeologico nel progetto Notte dei Musei”

museo archeologico reggio calabria inaugurazione biglietti (7)Si è svolto nei giorni scorsi presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria l’incontro di Contrattazione Decentrata per discutere della partecipazione di quella prestigiosa struttura ai progetti elaborati dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali  tesi a garantire una maggiore fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale. L’incontro tra il responsabile del Museo Dott. Carmelo Malacrino e le Organizzazioni Sindacali del Pubblico Impiego si è dipanato in un ampio confronto che ha portato alla programmazione  di una apertura notturna del Museo prevista per giorno 21 Maggio 2016, all’interno dell’evento “Notte Europea dei  Musei” e ad alla previsione di un’apertura serale settimanale in continuità per altre 3 ore oltre il consueto orario di chiusura, dal 23 febbraio all’1 ottobre 2016. Come ha sottolineato il Delegato Provinciale CISl Funzione Pubblica Giuseppe Sofia, “è stato possibile sottoscrivere l’accordo perché si è consapevoli dell’abnegazione e dell’impegno del personale museale che,  benché sottodimensionato rispetto alle reali esigenze derivanti dalle più numerose aree espositive, rispetto al passato, del Nuovo Museo Archeologico, non farà mancare neanche in queste occasioni il proprio contributo alla buona riuscita delle iniziative. Per raggiungere i migliori risultati, l’accordo che la CISL Funzione Pubblica assieme alle altre sigle sindacali presenti prevede l’impiego, su base volontaria, di tutto il personale, quindi anche quello dell’area amministrativa, a supporto del personale di vigilanza, aspetto sul quale da sempre la CISL FP si è impegnata”. Grande soddisfazione è stata espressa per questo ultimo punto dal Segretario Generale CISL FP Luciana Giordano e dal Segretario Provinciale Enzo Sera che hanno da sempre ritenuto che il coinvolgimento di tutto il personale, quindi  non solo di alcune categorie professionali, alle diverse iniziative progettuali, non può che accrescere la qualità dei servizi erogati al cittadino nonché il senso di appartenenza dei lavoratori alla Pubblica Amministrazione, “caratteristica peraltro già rilevante nel personale del Museo di Reggio Calabria”. Nella medesima riunione è stato sottoscritto il Protocollo d’Intesa per l’attuazione delle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali in caso di sciopero. “E’ stata subito chiara al tavolo di contrattazione”, dice Sofia, “l’esigenza di contemperare le legittime aspettative dei cittadini in occasione delle visite ai musei, ai siti archeologici e più in generale a tutti i siti di interesse culturale, con il diritto dei lavoratori allo sciopero che oggi sta ricevendo attacchi da più parti”. Seppure la norma fissa specifici criteri, l’articolata discussione ha consentito di chiudere un accordo che rispetta entrambe le esigenza. Pertanto, in occasione degli scioperi, sarà garantita dall’amministrazione la presenza di un contingente minimo di personale tecnico ed amministrativo sufficiente all’apertura delle sale di maggiore interesse e maggiormente caratterizzanti, garantendo nel contempo ai lavoratori il diritto allo sciopero senza alcuna prescrizione oraria.