Reggio Calabria: all’Ordine dei Medici pediatri a confronto

Specialisti del settore hanno analizzato le tante problematiche della categoria

Il tavolo dei lavori del convegno sulla pediatria“Audit clinico su: gastroenterologia ed immunologia pediatrica”: è stato questo il tema della giornata di formazione organizzata dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria presso il proprio Auditorium davanti ad un parterre gremito ed interessato.

“La pediatria – ha esordito il coordinatore della Commissione formazione e aggiornamento, presso l’Ordine dei Medici, dr Antonino Zema – è una branca particolare perché coinvolge tutti gli organi e tutte le patologie del bambino, basti pensare a cosa accadrebbe se, accanto ad essa, ci fosse un reparto unico per le patologie dell’adulto. Nonostante questa difficoltà di fondo, mettendo il piede nel campo della politica sanitaria, agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, punto di riferimento per la nostra provincia, a causa della spending review e del piano di rientro, i medici di reparto sono costretti ad un super lavoro. Proprio per questo diventa irrinunciabile predisporre un filtro come un Pronto soccorso pediatrico”.

“La nostra categoria – ha affermato il Presidente dell’Ordine, dr. Pasquale Veneziano – ha bisogno di rimanere unita in un momento particolarmente difficile esasperata ed attaccata da molti fronti”.

“Con questo convegno – ha aggiunto il dr Veneziano – si certifica e si rafforza la collaborazione con i pediatri che, grazie al lavoro portato avanti dalla Commissione guidata dal dr. Capomolla, è riuscita a risolvere diverse problematiche, prima fra tutte quella relativa alla certificazione sportiva in ambito scolastico”.

“Sono felice ed orgoglioso – ha sottolineato il dr Rocco Cassone, organizzatore del simposio – che si sia potuto svolgere presso questo Ordine dei Medici un importante convegno scientifico per la pediatria in quanto ciò rappresenta una irripetibile occasione di avvicinamento e di confronto fra i medici che operano sul territorio e gli ospedalieri. Ulteriore motivo di soddisfazione, poi, è il notevole interesse suscitato nell’uditorio dalle relazioni chiare e complete dei professionisti intervenuti”.

“Tutto ciò ci stimola e ci incoraggia – ha concluso il dr Cassone – a valutare positivamente questa esperienza che merita di essere ripetuta nel tempo”.

Un concetto ripreso dal dr Demetrio Costantino, Direttore facente funzioni dell’Unità operativa di Pediatria presso l’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria. “C’è bisogno di occasioni come questa – ha evidenziato il dr Costantino – per dare la possibilità a tutti di i pediatri di confrontarsi sulle numerose questioni che afferiscono alla branca delle patologie del bambino”.

Il dibattito è stato, suddiviso in sessioni, moderate, dai pediatri: Paolo Amodeo, Domenico Capomolla, Rocco Cassone e Demetrio Costantino.

La dr.ssa Antonella Bellantoni, dirigente medico dell’Unità Operativa di Pediatria e del Centro di riferimento per la celiachia, presso l’Azienda Ospedaliera reggina, ha relazionato sul “reflusso gastroesofageo in età pediatrica, mentre, la dr.ssa Mariella Valenzise, ricercatore universitario e professore aggregato presso l’Azienda ospedaliera “Gaetano Martino” di Messina ha disquisito sulle “alterazioni del calcio e lo stato di idratazione”.

Di linfoadenopatie in età pediatrica ha parlato, invece, la dr.ssa Giuseppina Zirilli, dirigente medico dell’unità operativa di Pediatria presso l’Azienda ospedaliera reggina.