Reggio Calabria, al via la terza tappa nazionale di LabRom

LabRomAl via la terza tappa nazionale di LabRom, a Reggio Calabria  il 30 e 31 marzo,  dalle ore 9,30 alle ore 18, presso il Seminario Arcivescovile di via Pio XI.  Una “due giorni” di incontro e confronto tra soggetti  che si occupano nei propri territori delle questioni sociali che riguardano anche ma non soltanto persone di etnia rom. L’appuntamento per il Sud Italia, organizzato dall’Associazione 21 luglio, dalla Fondazione Migrantes, dalle associazioni Mo.ci  e Un Mondo di Mondi, prevede due aree tematiche. Il tema della prima giornata sarà “La condizione dei rom e dei sinti in emergenza abitativa nel Sud Italia”. Ad introdurre i lavori Alessandro Petronio, docente di psicologia delle comunità, che presenterà la relazione dal titolo “Dal diritto alla governance comunitaria del bene collettivo ‘abitare’ ”. Tema della seconda giornata sarà “Il bambino rom: criticità, risorse e prospettive. Costruire una rete per la prima infanzia” Severina Tuoto, psicologa dell’età evolutiva, introdurrà i lavori con la relazione dal titolo “Lo sviluppo psicologico del bambino da 0 a 6”. Per entrambe le giornate sono previste relazioni e testimonianze e, nel pomeriggio, lavori di gruppo.

 LABoratorio ROM

REGGIO CALABRIA  30- 31 Maggio 

Lunedì  30:  La condizione dei rom e dei sinti in emergenza abitativa nel Sud Italia

10,00 – Accoglienza e accredito

10,30 – Saluti e presentazioni

10.45 - Dal diritto alla governance comunitaria del bene collettivo “abitare” ALESSANDRO PETRONIO

11,30 – La condizione dei rom in emergenza abitativa nel Sud Italia ENRICO GUIDA

11.50- Relazioni e testimonianze

La problematica abitativa dei rom (e non solo) nella provincia di Reggio Calabria A. GIACOMO MARINO

La condizione abitativa della comunità Rom di Catanzaro MARIA GABRIELLA DE LUCA

La condizione dei rom negli insediamenti di Scampia a Napoli DOMENICA PIZZUTI

La casa per la famiglia rom di Messina  FERIZAI JUSF

13.30- Pausa pranzo

15,00 – Relazioni e testimonianze

Testimonianza dai ghetti delle case popolari assegnate ai rom DONATO BEVILACQUA

Lo sgombero dei rom romeni a Cosenza fra responsabilità europee e complicità locali MARIAFRANCESCA D’AGOSTINO

Sgombero Rom Cosenza – la sospensione dei diritti umani in tempo di emergenza abitativa EUGENIO NACCARATO

Raccontare per resistere. Dalla strada l’informazione alternativa alle fonti ufficiali CRISTINA DELFINO

L’inclusione abitativa nel POR Calabria FESR FSE 204/2020 MARIA GRAZIA MALLONE

16.00- Inizio lavori di gruppo

1)      La partecipazione dei rom nelle politiche di desegregazione abitativa

2)      Il ruolo delle istituzioni e la funzione della Strategia Nazionale per l’inclusione dei rom nella desegregazione  abitativa dei rom

3)      Le politiche abitative rivolte ai rom comunitari ed extracomunitari

17.30 –Plenaria

18.00- Chiusura dei lavori e conclusioni

LABoratorio ROM

Reggio Calabria 30-31 Maggio 2016 

Seminario Arcivescovile PIO XI VIA PIO XI nr 236

                                                                                                              Martedi 31 : Il bambino rom: criticità, risorse e prospettive. Costruire una rete per la prima infanzia

 9.30 -  Accoglienza e accredito

10,00 – Saluti e presentazioni

10,15 – Lo sviluppo psicologico del bambino da 0 a 6 anni SEVERINA TUOTO

11,00 – La condizione dell’infanzia rom in emergenza abitativa in Italia ENRICO GUIDA

11,20 – La Rete Reyn in Italia: risorse e possibilità  CLAUDIA MASSARO

Relazioni e testimonianze

La condizione dell’infanzia rom nella città di Reggio Calabria CINZIA SGRECCIA

Il percorso di scolarizzazione ad ostacoli dei minori rom rumeni di Cosenza  LUANA AMMENDOLA

Luci ed ombre della scolarizzazione dei bambini rom MARIA GABRIELLA DE LUCA

La scolarizzazione dei bambini rom di Messina FERIZAI JUSF

Dalla parte di Pinocchio. L’esperienza quinquennale della Scuola del Vento CLAUDIO DIONESALVI

13.30- Pausa pranzo

15.00- Inizio lavori di gruppo

1)      Emergenza prima infanzia rom: criticità, bisogni e strategie d’intervento e sviluppo

2)      Risorse per il sostegno alla genitorialità: linee d’azione, esperienze, servizi, materiali

3)      Dalle nuove criticità alle nuove pratiche: la formazione dei professionisti della prima infanzia

 16.00 – Pausa caffè

16,30 – Plenaria

17.00 – Chiusura dei lavori e conclusioni