Reggio Calabria, al via la campagna di raccolta arredi per la riqualificazione del bene confiscato a Campolo

banner-fotografico-per-web“Non ti serve più? Donalo all’ex bùling!”. Parte la campagna di raccolta arredi promossa dall’Arci Reggio Calabria che ha come obiettivo finale quello di coinvolgere la cittadinanza nella riqualificazione dell’ex bowling di via Emilio Cuzzocrea. Bene confiscato a Gioacchino Campolo, l’ex bowling diventerà un centro civico polivalente per giovani. Un’opera di riconversione che ha già coinvolto studenti e giovani partecipanti ai Campi antimafia, organizzati in collaborazione con Libera. Adesso Arci chiama a raccolta tutti i cittadini: le slot machine e i biliardi devono lasciare spazio a una sala lettura, una biblioteca, un social bar. Chiunque può partecipare ad arredare un angolo dell’ex bowling aderendo alla campagna: Non ti serve più? Donalo all’ex bùling! Farlo è molto semplice: prima di tutto bisogna controllare se l’arredo che si vuole donare è nella lista, subito dopo scattare una foto e inviarla su whatsapp al numero 328.5928292 specificando le dimensioni (lunghezza, larghezza e altezza). In breve tempo, Arci valuterà se l’arredo è compatibile con le esigenze progettuali. L’arredo può essere consegnato direttamente all’ex bowling il martedì dalle 18.30 alle 20.30, oppure si può concordare il ritiro direttamente a casa propria. Chiunque deciderà di sostenere la campagna arredi e la grande avventura per la riapertura del bowling riceverà simbolicamente un adesivo a forma di birillo sul quale verrà scritto il proprio nome e che verrà attaccato in una delle pareti del futuro centro civico polivalente. «Sin dall’inizio – spiega Davide Grilletto, presidente Arci RC – abbiamo deciso di creare dei laboratori di progettazione partecipata per coinvolgere cittadini, associazioni, Istituzioni e imprese nella riqualificazione dell’ex bowling che abbiamo in gestione. La campagna arredi è un’altra tappa fondamentale perché chiunque a casa si ritrova qualcosa che non gli serve più. Tutti gli arredi avranno una nuova vita grazie ai partecipanti ai Campi antimafia organizzati anche quest’estate proprio nel bene confiscato». Questa la lista degli arredi che si possono donare: sedie in legno, panche in legno, poltroncine, scrivanie, tavolini in legno, credenza in legno, librerie, mensole in legno, piantane e lampade, bancone da bar, pallet, cornici in legno, vecchi vinili, specchi.