Pubblicato il bando di inserimento lavorativo nel sistema dei beni archeologici e culturali calabrese

regione calabriaSul Bollettino Ufficiale della Regione di oggi è stato pubblicato il bando per l’inserimento lavorativo nei beni archeologici e culturali di 627 soggetti percettori di ammortizzatori sociali in deroga e disoccupati di lunga durata. Il bando – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – è il frutto del protocollo firmato, qualche mese fa,  dal Presidente della Regione Mario Oliverio, dall’Assessore al Lavoro Federica Roccisano e dal Direttore della Soprintendenza dei beni culturali calabrese Dott. Salvatore Patamia. “Con questo bando – ha detto l’Assessore Roccisano – ci rivolgiamo a due tipologie di disoccupati. In primo luogo ai disoccupati di lunga durata e percettori di ammortizzatori sociali in deroga, ma anche ai laureati e professionisti del settore della valorizzazione dei beni archeologici e culturali che avranno la possibilità di lavorare nella loro regione ed evitare così di andare via dalla Calabria. L’effetto di questo bando è molteplice: intendiamo infatti intervenire per la valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale calabrese e favorire la formazione e l’inclusione lavorativa dei disoccupati”. Sarà possibile inviare le domande di partecipazione dopo quindici giorni dalla sua pubblicazione. I termini di presentazione delle domande sono stati fissati per il trenta giugno prossimo.