Processo Gotha 5: ecco le condanne richieste oggi dall’accusa

L’accusa ha chiesto pesanti condanne per i coinvolti nell’operazione Gotha 5: si tratta di giovani malavitosi dei clan di Barcellona e Mazzarrà Sant’Andrea

tribunaleOggi si è tenuta l’interrogazione dell’accusa, nelle persone di Angelo Cavallo e Vito Di Giorgio, sostituti della DDA, per il processo abbreviato che riguarda l’operazione Gotha 5. Coinvolte nel processo, le giovani leve del clan di Barcellona e Mazzarrà Sant’Andrea che tentavano di imporsi sul litorale di Milazzo, creando disordini e trafficando droga. Si ricorda, tra le accuse, la responsabilità dell’incendio della discoteca Villa Liga di Portorosa nel 2014, l’incendio della Eolo d’oro, nave per mini crociere delle Eolie, nonché l’assalto armato al market Superfresco di Tripi nel 2012.
I PM hanno chiesto che le pene vengano sommate alle precedenti condanne, tenendo in considerazione la significativa riduzione della pena prevista dalla scelta del rito abbreviato, mentre per i collaboratori di giustizia è stato chiesto il riconoscimento dei benefici previsti per i pentiti.
Le condanne al carcere richieste sono state di 14 anni e 9 mesi per Marco Chiofalo, di 14 anni e 8 mesi per Giuseppe Ofria, di 14 anni per Bartolo D’Amico, Sebastiano Torre e Giuseppe Cammisa, di 12 anni per Giovanni Pino, di 10 anni per Angelo Bucolo, Mario Pantè e Orazio Salvo, di 9 anni per Tindaro Calabrese e Salvatore Calcò Labbruzzo, di 8 anni per Antonino Biondo, Filippo Munafò e Giuseppe Reale, di 7 anni e 3 mesi per Antonino Genovese, di 7 anni e 2 mesi per Maurizio Trifido, di 4 anni e 8 mesi per Santino Benvenga e Salvatore Chiofalo, di 4 anni per Giovanni Fiore e Carmelo Crisafulli, di 2 anni per Miloud Essaoula, di 1 anno e 2 mesi per Agostino Campisi, infine di 9 mesi per Antonino Calderone.
Nei prossimi giorni verrà interrogata la difesa e le parti civili, quindi toccherà al GUP Eugenio Fiorentino emettere la sentenza definitiva.