Premio fotografico Vizzini: vince una “sciroccata” nello Stretto

Hanno parteicpato oltre 250 scatti. Sul podio: “Onda su Onda” di Carolina Donato, ”Il ritrovamento del rostro” di Rocco Papandrea e “Contro un mare di gomma” di Carmelo Isgrò

CONTRO UN MARE DI GOMMA di Carmelo IsgròUna “sciroccata” nello Stretto mette in difficoltà un traghetto in un’atmosfera burrascosa e tropicale, il ritrovamento di un rostro di una nave antica e una ruota abbandonata in fondo al mare dall’inquadratura affascinante e misteriosa: sono questi i tre scatti vincitori della II edizione del Premio in ricordo del fotoreporter Michelangelo Vizzini. Sul podio del concorso, dedicato al foto-giornalismo per raccontare “i fatti attraverso le immagini” e rivolto a dilettanti e professionisti: Carolina Donato (“Onda su onda” premio 400 €), Rocco Papandrea (“Il ritrovamento del rostro” premio 250 €) e Carmelo Isgrò (“Contro un mare di gomma” premio viaggio in Europa) con le loro fotografie hanno colto nel segno il tema scelto dalla commissione, “I segreti del mare”: tutto ciò che può esprimere anche in termini di sorpresa o di eventi straordinari, o comunque tali da andare oltre i confini della norma entro cui rientrano le immagini consuetudinarie.  L’iniziativa, voluta dalla famiglia e promossa in collaborazione con Società Cooperativa Centro Visioni.it, Europa Due, associazione culturale Bimaris, Corporazione Piloti Stretto Messina, Commerciale GI.CAP. Spa (Sidis, InGrosso, Ard e QuiConviene) e Iniziativa Viaggi Tour Operator, ha riscosso ampio consenso con la partecipazione di oltre 250 fotografie. Quarto posto per Giovanni Coccoli con “La nassa” (premio macchina fotografica digitale) e quinta classificata per il Premio Speciale GI.CAP. Giuliana Lo Presti con “A testa in giù” (buono acquisto di 250 €). La Giuria, composta dal presidente Giulio Santoro, dal segretario Mirko Vizzini, da Andrea Vizzini (figlio di Michelangelo), dal rappresentante Corporazione dei Piloti dello Stretto Gaetano D’Angelo, dai registi Fabio Schifilliti e Francesco Cannavà e dai giornalisti Rosalba Garofalo e Massimiliano Cavaleri, ha deciso di assegnare 7 note di merito per fotografie particolarmente significative: Rocco Donato (“Incontri che valgono un tesoro”), Rossella De Bartolo (“Inabissarsi, Arenarsi”), Carmelo Isgrò (“Non puoi insegnare al granchio a camminare dritto”), Riccardo Monteleone (“Un ospite inatteso”), Giuliana Giannetto (“Bedda mia nun chianciri”), Fernando Carciotto (“Cercasi laguna”) e Giovanni Coccoli (“Ecculu ca veni”).  La premiazione si svolgerà mercoledì 25 maggio alle ore 18 al Monte di Pietà alla presenza del Commissario straordinario della Città Metropolitana Filippo Romano: saranno consegnati i Premi-Sculture realizzati dal “maestro di resine” Antonello Arena; l’evento sarà arricchito dalle musiche di Gianluca Rando e dalla voce di Carla Andaloro. Maggiori informazioni su www.vizzinifotoreporter.it.