Palermo: scoperta fabbrica di armi, arrestato meccanico

Scoperta a Palermo una fabbrica di illegale di armi e cartucce, pronte ad essere immesse nel mercato criminale

polizia-auto-primaUna vera e propria fabbrica di illegale di armi e cartucce, pronte ad essere immesse nel mercato criminale è stata scoperta dalla Polizia nel quartiere Zisa, a Palermo. In manette con l’accusa di fabbricazione, detenzione e porto abusivo di armi e materiale esplodente è finito un meccanico incensurato di 59 anni Giuseppe Cangialosi. Nella sua officina i Falchi della Squadra mobile hanno trovato anche un rudimentale poligono di tiro per la prova delle armi. Gli agenti hanno sequestrato anche alcune pistole semiautomatiche complete di silenziatori, migliaia di proiettili dal calibro 22 al 44 magnum, numerosi silenziatori, varie parti di armi pronte per essere assemblate, una pressa per il confezionamento del munizionamento attraverso polvere da sparo, bossoli, inneschi e ogive. L’uomo è stato condotto al carcere Pagliarelli.