Messina, violenza privata e minaccia: finisce la fuga di Poidomani

L’uomo, beccato per una lite a Messina, era destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale di Ragusa

poidomani salvatore 2A seguito di segnalazione alla Sala Operativa di una lite, gli agenti delle Volanti si sono recati in via Latteri, ove hanno individuato ed identificato Poidomani Salvatore, cinquantunenne originario di Modica (RG). Lo stesso dagli accertamenti effettuati è risultato essere destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, perché responsabile dei reati di violenza privata e minaccia. L’uomo, pertanto, è stato tradotto presso il carcere di Messina Gazzi. Lo stesso dovrà espiare la pena della reclusione ad anni 2.