Messina: trovato l’accordo per la divisione dei fondi Masterplan

Finalmente raggiunto l’accordo tra i 108 comuni della Provincia di Messina per l’utilizzo dei fondi Masterplan

messina dall'alto fotoIl Masterplan per i finanziamenti del Governo Renzi ha finalmente messo d’accordo i sindaci dei 108 comuni della Provincia di Messina. Si tratta di 332 milioni di euro, di cui 61 milioni da spendere in una prima fase entro il 2017 e il resto in una seconda immediatamente successiva per la quale è possibile includere progetti ancora non interamente definiti. Al primo posto gli investimenti per le infrastrutture: in provincia sono previsti interventi per i porti di S. Agata e S. Stefano, le strade provinciali della zona ionica (10 milioni), le intervalline tra ionio e tirreno, gli svincoli di Monforte e Santa Teresa. La giunta Accorinti, invece, ha deciso di investire sulla piastra logistica di Tremestieri, con l’aiuto di fondi privati.
Per la seconda fase invece è previsto l’intervento sul Parco urbano della Stazione Marittima, l’ampliamento della zona artigianale di Larderia, più dieci milioni per l’erosione costiera e i versanti in pericolo della condotta idrica. Altri 30 milioni potrebbero essere destinati al secondo lotto della Via del Mare, da San Filippo al porto di Tremestieri.