Messina tra le 19 città indagate per la truffa delle scommesse on-line “Master Bet”

Anche Messina assieme alle altre città italiane che sono attualmente indagate per il coinvolgimento nella truffa del gioco d’azzardo illegale

poker-gioco-online-casino-azzardo-scommesse-225338La Polizia di Stato, coordinata dalla Procura Distrettuale di Catania, sta svolgendo un’indagine contro un’associazione a delinquere attiva nel campo della raccolta illegale del gioco d’azzardo on-line in Italia e all’estero. L’operazione è stata chiamata “Master Bet” e coinvolge ben diciannove città italiane: Catania, Ragusa, Messina, Siracusa, Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Trapani, Cosenza, Cagliari, Foggia, Brindisi, Milano, Napoli, Salerno, Caserta, Avellino, Roma e Venezia. Le indagini sono state avviate nel 2015 con la scoperta di sette siti web di scommesse online che operavano senza le necessarie autorizzazioni dell’amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato. Gli operatori lavoravano attraverso una rete di agenti commerciali su tutto il territorio. Il Gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare che va ad unirsi alle perquisizioni e alle notifiche di avvisi di garanzia da recapitare agli indagati: si parla di oltre un centinaio di coinvolti. Fino ad ora, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari tredici persone.