Messina, Legambiente e WWF con Antoci: non ti lasceremo solo

Giuseppe Antoci era dentro la sua vettura quando questa è stata colpita da una sparatoria. Le associazioni inviano messaggi di solidarietà per il Presidente

giuseppe antociNon dobbiamo lasciarlo solo. Giuseppe Antoci si è salvato solo grazie alla scorta e all’auto blindata che lo accompagna. Tutelare il territorio e garantire il rispetto delle leggi non può essere solo l’atto di coraggio di un singolo: per affermare i diritti di tutti e il bene comune, la politica della legalità deve essere condivisa e sostenuta da tutta la comunità“. Così il presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni ha espresso la sua solidarietà al presidente del Parco dei Nebrodi vittima questa notte di un attentato dal quale è uscito illeso. “Tutta la Legambiente gli è vicina e sosterrà, in ogni modo, il suo operato” sottolinea il presidente di Legambiente Sicilia Gianfranco Zanna che ad Antoci chiede di “continuare il suo fondamentale lavoro a difesa della legalità e del territorio. Quello che è successo – conclude – dimostra quanto la mafia sia ancora forte in quel territorio e quanto siano importanti gli atti posti in essere da Antoci“. Vicinanza e solidarietà anche dalla presidente del WWF Donatella Bianchi che aggiunge: “Quello di questa notte non è solo un vile attentato ma un attacco a chi ogni giorno attraverso l’arma della legalità difende la natura sempre più oggetto di appetiti criminali e mafiosi. Quello di questa notte è l’ennesimo atto di guerra che le istituzioni, a cominciare dal governo, le associazioni e i cittadini devono respingere con forza“. (ADNKRONOS)