Messina, rinviato il giudizio della Corte dei Conti: si attende il Piano di Riequilibrio

La Corte dei Conti ha deliberato con una relazione di 28 pagine sullo stato di criticità in cui versa il Comune di Messina

Comune di Messina Palazzo ZancaMessina cerca di arginare la crisi che da troppo tempo interessa il Comune: la Corte dei Conti ha finalmente deliberato, presentando una relazione di 28 pagine, sulla quale sono poste le prime del magistrato Gioacchino Alessandro e del presidente Maurizio Graffeo.
Nella lunga relazione vengono confermate le criticità esposte due mesi fa ma viene rinviato il giudizio in attesa del Piano di Riequilibrio per avere un quadro aggiornato della situazione economica dell’ente. Intanto, è stato predisposto che il Comune si astenga da spese non previste per legge. Una delle criticità più ingenti, infatti, è la crisi di cassa, aggravata dai numerosi debiti fuori bilancio che ammontano rispettivamente a quasi 24.000 euro i riconosciuti e ad oltre 260 milioni quelli non riconosciuti a fine esercizio. Tra le cause principali il ritardo sull’approvazione del bilancio di previsione 2015.