Messina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: in manette un ventiduenne

L’uomo ha minacciato gli agenti con un coltello da cucina, estratto a sorpresa dal giubbotto. Poi calci e pugni, prima di essere braccato e ristretto ai domiciliari

coltelloIeri mattina, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, gli agenti delle Volanti hanno arrestato nella flagranza di reato Romeo Ivan Fortunato Cesareo Valerio, ventiduenne di Messina, ritenuto responsabile del reato di resistenza e lesioni personali a P.U.

In particolare, i poliziotti transitando nei pressi della Stazione Centrale hanno notato un giovane con fare sospetto che allo loro vista si è dato a precipitosa fuga. Tempestivamente, il giovane è stato fermato, lo stesso, in evidente stato di alterazione psichica, ha iniziato a minacciare i poliziotti con un coltello da cucina estratto da una tasca del giubbotto, e a sferrare contro di loro calci e pugni.  Inoltre, lo stesso ha lanciato contro di loro delle forbici che teneva nascoste nei jeans. Dopo la colluttazione il ventiduenne viene bloccato ed arrestato.

Su disposizione del P.M. di turno dr. Antonio Carchietti, l’arrestato è stato ristretto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G.