Messina, “operazione Matassa”: 35 arresti, il NOME del consigliere comunale coinvolto

“Operazione Matassa”: una maxi operazione di polizia, condotta dalla Squadra Mobile di Messina, è in corso dalle prime ore di stamani

polizia-auto-primaUna matassa inestricabile che lega, tra le sue maglie, consorterie mafiose messinesi di spicco: una maxi operazione di polizia, condotta dalla Squadra Mobile di Messina, è in corso dalle prime ore di stamani che vede coinvolte 35 persone tra cui 26 raggiunte da ordine di custodia cautelare in carcere e 9 sottoposte agli arresti domiciliari e che prevede il sequestro preventivo di 4 società con le quali settori commerciali leciti concorrevano al mantenimento di attività illecite.

Le indagini della Polizia hanno sottolineato che aderenti alle cosche mafiose, in correlazione con personaggi del mondo politico locale, ostacolavano il libero esercizio del diritto di voto per le consultazioni elettorali regionali, politiche e comunali che vanno dall’ottobre 2012 al giugno 2013. Uno dei nodi dell’intricata matassa, secondo gli investigatori della polizia di Stato e i magistrati della locale Dda sarebbe un consigliere comunale in carica, Paolo David, accusato di voto di scambio e coinvolto nella “Gettonopoli” messinese: ex Pd, ora Forza Italia, fedelissimo del parlamentare Francantonio Genovese, l’ex segretario del Partito democratico siciliano sotto processo per l’inchiesta sui “Corsi d’oro” della formazione professionale.