Messina, lettera al ministro Franceschini per l’apertura del nuovo Museo Regionale

Il prof. Domenico Gioffrè, ispettore onorario per il settore dei Beni Artistici e Storici di Bagnara, ha inviato una lettera al Ministro Franceschini in merito all’apertura del nuovo Museo Regionale di Messina

museo

Sembrerebbe essere pronta da tanto la sede che dovrebbe ospitare i tesori artistici scampati al terremoto del 1908 ma ancora il trasloco delle opere dall’attuale sede del Museo Regionale di Messina non è stato effettuato.
L’accento sulla situazione viene posto dal prof. Domenico Gioffrè, docente di Storia e Filosofia, Storico e Archivista, nonché ispettore onorario per il settore dei Beni Artistici e Storici per il Comune di Bagnara Calabra e per la Provincia di Reggio Calabria.
In una lettera rivolta al Ministro Dario Franceschini, Gioffrè scrive: “Vedere quella cattedrale nel deserto, chiusa nel disinteresse totale delle amministrazioni locali e nazionali, fa davvero male al cuore… trent’anni sono troppi“. Opere di Antonello da Messina, Caravaggio, Mattia Preti, Montorsoli e tanti altri rimangono esposte in uno stabile inadeguato, dice il docente, che non rende giustizia alla loro bellezza. Scrive, rivolto a Franceschini: “So benissimo che la competenza dei Beni Culturali in Sicilia è  esclusiva della Regione, ma Lei è il ministro di riferimento dell’intero Paese e un suo pronunciamento, un suo gesto potrebbero smuovere le acque. [...] Se potesse interessarsi della cosa, magari si sbloccherebbe la situazione e sarebbe partecipe, se non direttamente il promotore, dell’apertura di una sede così grande e prestigiosa“.