Messina: le maestre della scuola degli orrori di Reitano affermano la loro innocenza e affermano che ci sia stato uno scambio di persona

A Reitano, in provincia di Messina, continuano gli interrogatori che vedono coinvolte le tre maestre accusate di maltrattamenti nei confronti dei bambini delle elementari. Le donne si dicono innocenti e credono ci sia stato uno scambio di persona

soprusi bambiniContinuano gli interrogatori per le 3 maestre di una scuola elementare di Reitano, in provincia di Messina, sospese con l’accusa di  aver inferto maltrattamenti ai bambini. Le due maestre, sospese per 6 mesi per non essere intervenute nell’aiutare gli alunni dall’insegnante che provocava i maltrattamenti, hanno ammesso che ci sarebbe stato uno scambio di persona con un’altra insegnate che non risulta, però iscritta del registro degli indagati. Si attende adesso la decisione del Gip Ugo Molina.