Messina, “Le ferite dell’anima” del liceo La Farina vince il concorso “Un corto per l’affido”

La VI D del liceo classico La Farina di Messina ha vinto il concorso “Un corto per l’affido” realizzando il cortometraggio “Le ferite dell’anima”

scuola la farinaSi ispira all’antica tecnica giapponese del Kintsugi il cortometraggio ideato dagli studenti della IV D del liceo classico La Farina di Messina in occasione del concorso “Un corto per l’affido” organizzato dall’associazione “Una famiglia per amico”. Secondo questa tecnica, i vasi rotti vengono riparati con l’oro, per renderli ancora più preziosi di quanto non fossero in origine. I ragazzi, sotto la guida della professoressa Antonella Lo Castro, hanno utilizzato questa tecnica come metafora per spiegare l’esperienza dell’affido nel corto “Le ferite dell’anima”, attraverso immagini e scelte di regia che trasmettono la positività di questo gesto.