Messina: la raccolta rifiuti e la differenziata rimangono un’incognita per la città

A Messina si continua a prendere tempo per la raccolta differenziata dei rifiuti. L’arrivo in consiglio comunale del piano finanziario 2016 non aiuta a placare gli animi dei consiglieri che chiedono risposte al Sindaco Accorinti e all’assessore Ialacqua

rifiuti messina (12)A Messina la raccolta dei rifiuti rimane un problema importante per l’intera comunità. Sono ormai mesi che in consiglio comunale si discute della raccolta differenziata che sarebbe dovuta partire ad inizio anno, nel I e VI quartiere, con il sistema “porta a porta”.

Nonostante l’avvenuta approvazione della delibera della Tari, sabato pomeriggio, insieme alla presentazione del piano finanziario 2016, molti consiglieri hanno lamentato l’inefficienza da parte dell’Amministrazione che non riesce a far fronte alle necessità della città.

L’azienda messinese addetta ai rifiuti lamenta l’assenza di risorse, tanto da non poter acquisire – nel breve periodo – neppure il carburante per i mezzi.

Inoltre, la situazione si aggrava ulteriormente se si pensa alle 34 vetture acquistate con i finanziamenti regionali che al momento si trovano al deposito di Catania, senza la possibilità di potersi muovere perché sprovviste d’assicurazioni.

La consigliera Pd, Antonella Russo, in una nota al sindaco Accorinti e all’assessore all’ambiente, Daniele Ialacqua, segnala che il problema della raccolta rifiuti  potrebbe compromettere le stime sulla Tari, che quest’anno dovrebbe far risparmiare ai cittadini circa 1 milione e 300 mila euro. La Russo si dice molto preoccupata per la situazione  e sui bus fermi precisa: “Abbiamo preso il finanziamento regionale  ma questi mezzi non sono assicurati, i dispositivi, i raccoglitori del porta a porta, sono fermi nell’impianto di selezione di Pace e nessuno li può utilizzare. Nel I e VI quartiere non è stato ancora fatto il censimento delle famiglie presenti, quindi fino a quando non partiranno le ricerche utili,− afferma la consigliera del PD − questa raccolta non potrà partire”.