Messina, la Polizia fa 164 anni e premia gli agenti-eroi che si sono distinti sul territorio

Fra i meritevoli spicca il nome di Basilio Fallo, il giovane agente della provincia di Messina che, pur essendo fuori servizio, si lanciò fra le onde per salvare un aspirante suicida gettatosi dal traghetto nelle acque dello Stretto

Polizia di StatoLa Questura di Messina ha celebrato stamani, all’interno della Caserma Nicola Calipari, il 164° Anniversario della Fondazione della Polizia.

Funzionari tutti e rappresentanze del personale della Questura, dei Commissariati sezionali e distaccati e delle Specialità, alla presenza della sezione ANPS (Associazione Nazionale Polizia di Stato) e dei familiari dei poliziotti Vittime del Dovere, si sono riuniti stamani per ricordare un appuntamento importante nel calendario istituzionale, un momento di incontro ma anche di analisi del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti.

La cerimonia è stata anticipata da un momento solenne dedicato ai caduti della Polizia di Stato ai quali il Questore Giuseppe Cucchiara ha reso gli onori con la deposizione di una corona di alloro al monumento dei caduti. Alla presenza delle autorità intervenute, si è poi data lettura ai messaggi inviati dalle massime autorità dello Stato e a seguire ha preso la parola il Questore Cucchiara. Il suo saluto ed il suo grazie sono stati indirizzati a tutti i poliziotti che quotidianamente assolvono al proprio dovere e a tutte le Istituzioni che – Magistratura, Prefettura e altre Forze dell’Ordine – rendono possibili la sinergia ed il gioco di squadra necessari per il raggiungimento degli obiettivi. Un cordiale è stato rivolto alla stampa nel segno di un dialogo continuo basato sul rispetto reciproco dei distinti ruoli ed un obiettivo comune, quello di una corretta informazione. La cerimonia si è conclusa con la premiazione dei poliziotti particolarmente distintisi in operazioni di polizia.

Per il 164° Anniversario della Fondazione c’erano anche i giovani studenti dell’Istituto Scolastico “Manzoni – Dina e Clarenza”, che hanno avuto modo di visitare la caserma e partecipare a piccole dimostrazioni delle Volanti. Presenti anche le Specialità della Polizia di Stato, Polstrada e Polfer e unità cinofile. All’interno dell’aula didattica della Caserma Calipari, personale del locale Gabinetto di Polizia Scientifica ha allestito un’area per mostrare ai piccoli studenti le attrezzature in dotazione.

I premiati

  • basilio fallo (2)Medaglia d’Argento attribuita agli Assistenti Capo FALLO Basilio e LENA Rosolino. “Con generoso slancio, non esitavano ad intervenire per prestare soccorso ad alcune persone rimaste intrappolate tra le fiamme a seguito di un incendio boschivo di vaste proporzioni. Riuscivano a liberare una persona ustionata rimasta impigliata in una rete di recinzione e a distribuire mascherine di protezione di riparo dal fumo. Chiaro esempio di elette virtù civiche e alto senso del dovere”.
  • Promozione per merito straordinario attribuita al Vice Sovrintendente PITTARI Clotilde. “Evidenziando straordinarie capacità professionali, non comune determinazione operativa e sprezzo del pericolo interveniva libera dal servizio, nella flagranza di una rapina a mano armata ai danni di un Istituto di Credito perpetrata da due uomini; nella circostanza, all’interno della Banca si prodigava nel calmare un’impiegata in stato di shock e si proponeva come ostaggio al suo posto. Quindi, riusciva a fornire elementi probatori che si concretizzavano con l’arresto dei due malviventi”.
  • Per la stessa operazione di polizia giudiziaria Encomio Solenne attribuito agli Assistenti Capo INTERDONATO Giuseppe, CHILLEMI Orazio, MINISSALE Danilo. “Evidenziando notevole capacità professionale e determinazione operativa, espletavano un’operazione di polizia giudiziaria che culminava nell’arresto in flagranza di due individui, responsabili del delitto di rapina aggravata ai danni di un Istituto di Credito”.
  • Encomio Solenne attribuito al Vice Questore Aggiunto OLIVERI Francesco, all’Ispettore Superiore BONFIGLIO Giuseppe, al Sovrintendente capo SMIROLDO Natale; nonché Encomio ai Vice Questore Aggiunto ANZALONE Giuseppe ed ETTARO Fabio, agli Assistente Capo GALLETTA Antonio, BORDONARO Giuseppe, INTERDONATO Giuseppe e CHILLEMI Orazio. “Evidenziando elevate capacità professionali, acume investigativo e non comune determinazione operativa svolgevano e realizzavano un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per alcune persone responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffa, riciclaggio falso in bilancio e reati contro la Pubblica Amministrazione”.
  • Polizia-3Encomio Solenne attribuito agli Assistenti Capo ARENA Giuseppe, CATANZARO Domenico, RIZZO Angelo; nonché Encomio attribuito all’Ispettore Superiore GIORGIANNI Santo, agli Ispettori Capo FORTE Fabio e LOCANDRO Corrado, al Sovrintendente FERRIGNO Alessandro. “Evidenziando elevate capacità professionali, acume investigativo e non comune determinazione operativa, espletavano un complesso intervento di Polizia Giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due soggetti, responsabili di rapina aggravata”.
  • Encomio attribuito al Sovrintendente Capo ALTADONNA Cosimo; nonché lode al Sovrintendente CANNAVO’ Santi, agli Assistenti Capo VENUTO Antonino, MARINO Natale, SANTAMARIA Angelo e NAPOLI Nunzio. “Evidenziando notevoli capacità professionali, partecipavano ad un’indagine di Polizia Giudiziaria, che si concludeva con l’esecuzione di sette misure cautelari e dodici denunce in stato di libertà per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti, truffe ricettazioni ed altro”.
  • Lode attribuita all’Ispettore Superiore CARAGLIANO Pietro ed al Sovrintendente VIRGILLITTO Filippo. “In servizio presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Milazzo, si distinguevano in un’indagine di Polizia Giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia quattro soggetti, responsabili a vario titolo dei reati di furto, favoreggiamento e procurato allarme”.
  • Lode attribuita al Sostituto Commissario MINTO Silvio, al Sovrintendente LANZA VOLPE Marco e all’Assistente Capo VILARDO John. “Per l’impegno profuso nell’espletamento di un’attività investigativa che consentiva di individuare ed assicurare alla giustizia un individuo, responsabile di violenza sessuale ai danni di una cittadina austriaca”.
  • Lode attribuita al Sovrintendente LO VECCHIO Antonio, agli Assistenti Capo TRIPODO Lucio e OTTANA’ Antonino, all’Assistente CUSUMANO Filippo. “Dando prova di determinazione operativa e capacità professionale espletavano un’attività di Polizia Giudiziaria che consentiva di trarre in arresto un pregiudicato resosi responsabile di rapina ai danni di un esercizio commerciale”.