Messina, diversi consiglieri sfilano alla presentazione del libro di Cuffaro: è polemica

L’ex governatore regionale ha presentato il suo nuovo libro nel salone dell’ente camerale di Messina. Non sono mancate le stoccate a Crocetta e le aperture sul Ponte sullo Stretto. La presenza di diversi consiglieri comunali ha però acceso il dibattito: Risitano ha puntato l’indice contro la presidente del consesso civico Emilia Barrile

cuffaro a messina presentazione libroLa presenza di Totò Cuffaro a Messina ha acceso un intenso dibattito dalle parti di Palazzo Zanca. L’ex presidente regionale, nella cornice della Camera di Commercio, ha presentato la sua nuova fatica letteraria: “L’uomo è un mendicante che crede di essere re“. E sebbene Cuffaro si sia concentrato molto sugli anni della sua reclusione, al centro del racconto, diversi osservatori hanno contestato il profilo politico dell’evento. Nel corso della presentazione, l’ex Governatore ha ricordato come Crocetta sia stato eletto con un quarto dei voti presi a suo tempo dalla coalizione della Casa delle Libertà, appellandosi all’oculatezza dei moderati e alla necessità di fare investimenti in Sicilia. Uno su tutti, quello del Ponte sullo Stretto.

All’iniziativa erano presenti diversi consiglieri comunali: dal presidente del civico consesso, Emilia Barrile, a Elvira Amata, protagonista di un abbraccio che ha costretto il presidente del suo partito, Beppe Picciolo, ad una precisazione di carattere politico sul mero senso umano di quel gesto. Presenti, inoltre, Giuseppe Santalco, Santi Daniele Zuccarello, Carlo Abbate, Pio Amadeo, Paolo David e Simona Contestabile.

Polemici gli accorintiani: con una nota critica, Ivana Risitano si è interrogata sul “Tanfo di un marciume che ancora manda le sue esalazioni anche in questi anni in cui si sta osservando il tentativo di parte della cittadinanza di dare un colpo di reni e riscattarsi dalla malapolitica“. Mettendo in relazione la presenza di Cuffaro con le dichiarazioni di Eller Vainicher sulla silente presenza mafiosa a Messina, Risitano ha incalzato la presidente del Consiglio: “Accetterà la richiesta di chi chiede chiarimenti pubblici? Si sentirà in dovere di tranquillizzare i cittadini che con la politica marcia vogliono rompere per sempre?“.

[foto tratta dai social network]