Messina, dimissioni accettate: Saija dà l’addio e intanto il Teatro viene condannato in Tribunale

Ennesima causa persa dal Vittorio Emanuele: nuovo risarcimento in vista per gli orchestrali. Il CdA del Teatro di Messina chiude il progetto dell’Arena di Furnari

teatro vittorio emanuele messinaIl tribunale del lavoro ha condannato l’Ente Teatro di Messina a pagare il massimo previsto dalla legge (6 mensilità + interessi) agli orchestrali Marco Castagna, Sonia Zanetti, Rosaria Mastrosimone, Giuseppe Paratore e Raimonda Ruginyte. Una sentenza che rappresenta l’ennesimo schiaffo ai vertici del Vittorio Emanuele, ormai costretti a rimborsare quasi 200mila euro nelle cause perse. Nella giornata di ieri, frattanto, il Consiglio d’Amministrazione ha accettato le dimissioni presentate dal sovrintendente Antonino Saija, rifiutando altresì il rinnovo dell’impegno dell’Ente per l’Arena di Furnari. Una decisione, quest’ultima, scontata, considerando che proprio la proposta in oggetto era stata un elemento cardine della precedente sovrintendenza.

[foto tratta dai social network]