Messina, Corsi d’Oro: Lombardo in aula per testimoniare

L’ex presidente della Regione nega la sponsorizzazione del defunto Centorrino operata, in teoria, da Francantonio Genovese e ribadisce la propria stima nei confronti di Albert

foto Andrea Di Grazia/Lapresse

foto Andrea Di Grazia/Lapresse

Ha sfilato innanzi ai giudici del Tribunale di Messina: Raffaele Lombardo, già governatore dell’isola, è stato chiamato a testimoniare nel processo “Corsi d’Oro”, esortato a rispondere sulla gestione dell’assessorato alla Formazione targata Mario Centorrino. Lombardo, nel corso del dibattimento, ha ribadito di aver voluto Centorrino in Giunta per le sue competenze professionali, negando quindi la sponsorizzazione della candidatura da parte di Francantonio Genovese. Lo stesso ex leader del Movimento per l’Autonomia ha ribadito la sua stima nei confronti dell’ex direttore del dipartimento Ludovico Albert.