Messina, controlli a tappeto nel week-end: due fermi da parte dei Carabinieri

Sono Emanuele Maffei, pregiudicato che ha violato i domiciliari, e Stefano Celona, chiamato a scontare una pena definitiva per una sentenza emessa nel 2012. I fermi operati dai Carabinieri della compagnia di Messina Sud

emanuele maffei e stefano celonaI Carabinieri della compagnia di Messina Sud sono stati impegnati durante il fine settimana in una un’intensa attività di controllo nei quartieri periferici della città. Numerose le perquisizioni domiciliari e veicolari effettuate alla ricerca di armi e droga ed i controlli di soggetti sottoposti a misure restrittive. Durante uno di questi è stato arrestato in flagranza di reato Emanuele Maffei, pregiudicato messinese 23enne.  Il giovane, incurante degli obblighi derivanti dalla detenzione domiciliare a cui era sottoposto dallo scorso  settembre 2015 per una condanna ad un anno e sei mesi per furto aggravato, si trovava in giro per le vie del villaggio Zafferia senza alcuna autorizzazione.  Non è passato inosservato ai militari del Nucleo Operativo che coadiuvati dai colleghi della Stazione di Tremestieri lo hanno immediatamente bloccato dichiarandolo in arresto per  evasione.  I militari della Stazione di Tremestieri  hanno anche dato esecuzione ad un ordine di carcerazione nei confronti di Stefano Celona, classe 1974, soggetto già noto alle Forze dell’Ordine del quartiere Santa Lucia che dovrà scontare una pena definitiva di alcuni mesi per abusi edilizi commessi nel 2012.  Nell’ambito dell’attività di contrasto posta in essere dai militari dell’arma, inoltre,  è stata segnalata al locale ufficio territoriale del governo una persona trovata in possesso di una dose di eroina per uso personale e sono state elevate numerose contravvenzioni al codice della strada nei confronti di automobilisti indisciplinati.