Messina, armi e proiettili nel torrente Pace. Le autorità non hanno dubbi: è materiale per professionisti

Il ritrovamento ha immediatamente messo in allerta gli uomini della Procura di Messina: munizioni e “ferri” di rinomata fattura erano contenuti in un sacco e nascoste in un serbatoio d’acqua

squadra mobileUn sacco di plastica, all’apparenza pieno di rifiuti, nascondeva al proprio interno armi e munizioni di grande fattura, accompagnate da una lettera cifrata spedita da New York e destinata a Sinagra: il materiale è stato trovato in un serbatoio d’acqua bucato della zona Nord di Messina, nei pressi della Comunità “Madonna della Pace”. Gli agenti che hanno preso in consegna armi e munizioni hanno evidenziato come la presenza di calibro 3.80, 7.65, 10.4 Vetterly e di una Brumi 92 KAL da 8 millimetri testimonino la professionalità di chi doveva utilizzare “i ferri”.