Messina: al via “corto di sera”, rassegna di corti sui beni confiscati alle mafie

Al via “corto di sera”, rassegna di corti sui beni confiscati alle mafie. Il 31 maggio il termine ultimo per inviare le proprie opere

libera manifestazione messina (21)S’intitola “Corto di sera”, la rassegna di cortometraggi promossa per il quinto anno consecutivo dall’Associazione Turistica Pro Loco “Giovannello da Itala”, in collaborazione con l’associazione “OnData”, la Messina Film Commission e “Libera – Presidio di Messina Nino e Ida Agostino”. Il suo obiettivo è quello di promuovere il cinema di cortometraggio indipendente in tutte le sue forme, come linguaggio artistico ed espressivo. Un’occasione per dare vita a un appuntamento annuale dove registi, videomaker, professionisti del settore o semplici appassionati di cinema possano confrontarsi e unire le diverse esperienze. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti gli autori italiani e stranieri, sia a livello individuale sia associativo. Due le sezioni di “Corto di Sera”, a cui potere partecipare: una è a “Tema ibero”, l’altra s’intitola “Ripreso bene”. La prima è aperta a qualsiasi genere di cortometraggio e l’unico requisito è la durata, che non dovrà superare i 25 minuti. La sezione “Ripreso bene” nasce su ispirazione del progetto “Confiscati Bene”, promosso dall’associazione “OnData” e si tratta di un percorso partecipativo per favorire la trasparenza, il riuso e la valorizzazione dei beni confiscati alle mafie attraverso la raccolta, l’analisi dei dati e il monitoraggio dei beni stessi. Un intervento, che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata, chiedendosi quanti sono in Italia, quanto valgono e come vengono riutilizzati. Grazie al “video contest” si potrà denunciarne lo stato di abbandono o raccontare storie che abbiano come protagonista uno o più beni confiscati presenti su tutto il territorio nazionale. l cortometraggi potranno essere sviluppati in qualsiasi formato (inchiesta, reportage, documentario, fiction, docufiction, animazione, videoclip) e quelli che verranno selezionati per questa sezione entreranno a far parte dell’archivio multimediale del sito di Confiscati Bene (www.confiscatibene.it). Tra gli obiettivi della Pro Loco Giovannello da Itala, però, vi è anche quello della promozione turistica del territorio, quindi gli organizzatori valuteranno con particolare interesse opere girate o ambientate a Itala e nel comprensorio jonico-peloritano e siciliano. Per agevolare i partecipanti, anche quest’anno, in alternativa al tradizionale invio postale del plico con il Dvd, sarà possibile fare pervenire i propri lavori anche per via telematica all’indirizzo di posta elettronica cortodisera@gmail.com.  I cortometraggi selezionati verranno, poi, proiettati nella prima settimana di agosto, nella Villetta “San Giacomo” di Itala Marina. Alla migliore opera della sezione “Ripreso Bene” verrà assegnato un premio in denaro di 500 euro. Previste anche targhe di premiazione per i migliori cortometraggi della sezione “Tema Libero”. L’organizzazione e la giuria si riservano, inoltre, la possibilità di assegnare menzioni speciali ad altri lavori.  Per iscriversi c’è tempo fino al 31 maggio. Tutte le informazioni sono sul blog www.cortodisera.wordpress.com, dal quale si può scaricare il bando completo con ulteriori dettagli.