Messina, 3 anni per estorsione: pesante condanna in primo grado per un ex sindacalista della Cisl

L’uomo è accusato di aver montato ad arte la protesta dei lavoratori, pretendendo successivamente, dalla proprietà dei Cantieri Palumbo, un corrispettivo economico per placare gli animi. In primo grado la sentenza è durissima per l’ex esponente della Cisl di Messina

Tribunale-di-MessinaVincenzo Cambria, ex rappresentante sindacale della Cisl di Messina, è stato condannato in primo grado a tre anni di reclusione per estorsione ai danni dei cantieri Palumbo. L’imputato avrebbe preteso denaro per calmare i bollenti spiriti dei lavoratori, sollecitati pretestuosamente. I due colleghi a giudizio insieme all’ex esponente del sindacato di viale Europa sono stati invece prosciolti dalle accuse.