L’Orchestra Giovanile dello Stretto presenta a Reggio Calabria il sistema Abreu [FOTO]

Orchestra Giovanile (4)Nella splendida cornice di Palazzo Corrado Alvaro, sede della Provincia di Reggio Calabria, in occasione degli “Stati Generali della Cultura di Reggio Calabria” ed a sostegno della Campagna di Save the Children “Illuminiamo il futuro”, l’Associazione Orchestra Giovanile dello Stretto “Vincenzo Leotta” ha  organizzato un Convegno dal titolo “La Musica è per tutti, conoscere ed interagire con El Sistema Abreu”. L’incontro, moderato dalla Dott.ssa Giovanna Nicolò, Presidente del Circolo Culturale Vivarium,  è stato introdotto dalla proiezione di un emozionante filmato che ha raccontato la nascita del Sistema Abreu, la sua evoluzione, fino al suo arrivo in Italia. Dopo i saluti di rito, il Presidente dell’Orchestra Giovanile dello Stretto, Carmelo Palmisano, ha ricordato i preoccupanti dati recentemente pubblicati da “Save the Children”, che indicano la presenza in Italia di oltre un milione di bambini ed adolescenti che vivono in povertà assoluta: – “Ma c’è un’altra povertà, ugualmente grave e drammatica: la povertà educativa, ossia la mancanza di opportunità formative per i bambini e gli adolescenti che consentano ai minori di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente le proprie capacità. Un Paese che non garantisce diritti, doveri e opportunità uguali per tutti, soffocando sul nascere le aspirazioni e i talenti dei propri figli è un Paese senza futuro. Per perseguire il nostro obiettivo di educare alla Musica ed alla Legalità, riteniamo sia  necessario creare delle vere e proprie comunità educanti. In questi anni, infatti, abbiamo collaborato con Associazioni e persone, impegnate nel contrasto alla povertà educativa ed a favore dello sviluppo culturale e sociale dei ragazzi del nostro territorio come l’ Associazione Attendiamoci Onlus, il Conservatorio “Francesco Cilea” di Reggio Calabria, l’Associazione “Intorno a me 1000 colori”, il Kiwanis Club di Reggio Calabria, la Caritas Diocesana di Reggio Calabria, il Circolo Culturale “Vivarium”, il Comitato Corso Sud. Tutto perché siamo fermamente convinti che l’Arte aiuta a diventare Uomini e Cittadini”. 

La Dott.ssa Maria Carmela Ranieri, Orchestra Giovanile (2)Referente Istituzionale per la Calabria del Sistema delle Orchestre e dei Cori giovanili e infantili in Italia, ha ricordato che:- “Nonostante una tradizione musicale radicata, il nostro Paese non riconosce espressamente la musica come elemento essenziale dell’educazione. Oggi, grazie all’intuizione del Maestro Claudio Abbado, che ha importato in Italia Il Sistema Abreu, sono già oltre 10.000 i bambini ed i ragazzi italiani che partecipano alla crescita di questo importante progetto sociale, riuniti in 78 Nuclei distribuiti in 15 Regioni italiane. In Calabria, l’Orchestra Giovanile dello Stretto “Vincenzo Leotta” è l’unica Orchestra che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Nucleo”. Coinvolgente l’intervento del Direttore Artistico M° Alessandro Monorchio: -“L’Orchestra Giovanile dello Stretto – Vincenzo Leotta è un piccolo grande laboratorio di formazione per giovani musicisti, che offre un percorso di formazione, basato sul valore sociale della musica come strumento della formazione dell’individuo e fondamento della cultura, in grado di contrastare il disagio giovanile. Dallo stimolo proveniente dall’esperienza del Sistema Abreu  è nata l’idea di dare vita ad un progetto di Orchestra giovanile che possa avviare un’azione di sistema volta a offrire, anche nella nostra Città, opportunità di accesso gratuito alla musica ad un numero sempre maggiore di ragazzi.  Lusinghieri i traguardi  fino ad oggi raggiunti dai nostri ragazzi,  grazie anche al supporto “logistico” dell’ Associazione “Dopolavoro Ferroviario” di Reggio Calabria e di “Casa Eutòpia”, che continuano ad ospitarci in questi anni, in attesa di trovare una sede adeguata che possa consentire ai ragazzi di esercitarsi e provare assieme. Nei prossimi mesi, per favorire l’integrazione sociale di soggetti con difficoltà relazionali, cognitive, comportamentali e per offrire opportunità ai ragazzi provenienti da Paesi in guerra, sarà avviato il progetto del “Coro delle Mani Bianche”. Vogliamo offrire diverse opportunità a tutti bambini ed adolescenti della nostra Città. Nessuno escluso, mai”. “Soprattutto nel nostro territorio, sono encomiabili tutte le iniziative volte al miglioramento della qualità della vita dei giovani.” – ha sostenuto la Dott.ssa Elisa Mascaro, neo Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del Comune di Villa S. Giovanni – “Dobbiamo fare tutto il possibile per tutelare e promuovere i diritti di bambini ed adolescenti perché possano vivere e crescere sani, imparare, far sentire la propria voce e raggiungere il massimo delle loro potenzialità. ” La serata si è conclusa con un concerto dei ragazzi dell’Orchestra Giovanile dello Stretto Vincenzo Leotta, che hanno dato dimostrazione dell’ottimo livello musicale raggiunto e sono stati osannati dal pubblico e dagli addetti ai lavori presenti.