Lo scrittore Mautone è sicuro: “Rino Gaetano fu ucciso”

Rino_gaetano_2“Chi  ha ucciso Rino Gaetano? “, è il nuovo saggio di Bruno Mautone. Circa tre anni fa l’avvocato salernitano pubblicava un  libro dedicato a Rino Gaetano, il cantautore calabrese scomparso all’età di 30 anni a seguito di un tragico incidente stradale. La pubblicazione del volume ha suscitato varie polemiche  da parte della sorella di Rino, Anna Gaetano. La polemica si basava su due punti chiave: una presunta affiliazione massonica di Rino Gaetano e la dinamica del’incidente mortale, il quale secondo l’autore del libro, fu pianificato.  Con il secondo volume Mautone ha portato una serie di documenti che hanno la virtù di riaprire la questione: l’avvocato di Salerno ha portato alla luce un’interrogazione parlamentare rivolta al governo Forlani,  con la quale si chiarimenti sulla drammatica morte di Rino Gaetano. Nel saggio, inoltre, si sottolinea la genericità della risposta del governo: mancava l’ora dell’incidente, chi allertò i soccorsi, come si chiamavano i medici che sono intervenuti e tanti particolari non messi, dando quindi l’impressione che sin da subito un’alone di mistero sia calata sulla vicenda. Nel testo la vicenda viene accostata ad un’altra morte prematura per incidente che colpì un amico di Rino. Nel volume Mautore ha raccolto le testimonianze dirette di due amici del cantautore, entrambi hanno escluso che Rino fosse massone. Nel libro Mautone, quindi, perviene alla conclusioni che il cantante calabrese non fosse affiliato e che alcuni riferimenti siano il frutto di un interesse da studioso e di interessato osservatore. Nel libro si rimarca una clamorosa dichiarazione rilasciata da Rino dopo i trionfi sanremesi al giornalista Manuel Insolera, il festival della canzone  viene paragonato in modo esplicito ad “un ordine massonico”. Insomma, tanti misteri per una storia che manca di vari pezzi fondamentali.