Legambiente e il Liceo Scientifico “Volta” di Reggio Calabria aderiscono all’indagine scientifica “Beach Litter”

legambienteIl Circolo Legambiente Reggio Calabria e il Liceo Scientifico “A. Volta” di Reggio Calabria aderiscono ufficialmente da quest’anno all’indagine “BEACH LITTER”, nell’ambito della Campagna Nazionale di Legambiente “Spiagge e fondali puliti – Clean Up the Med”, che ha come finalità la raccolta di dati sui rifiuti presenti lungo i litorali, per consentire l’acquisizione di informazioni preliminari ai fini dello studio del fenomeno dello spiaggiamento dei rifiuti. Stimando il genere più frequente dei rifiuti, la loro possibile provenienza e tutti gli altri parametri presi in considerazione, questa indagine denuncia il fenomeno dei rifiuti in mare e sulla fascia costiera, molto grave dal punto di vista ambientale, economico e turistico e l’urgenza di mettere in atto programmi concreti per la loro progressiva riduzione, cosi come previsto dalla Direttiva Europea 2008/56/ce – Marine Strategy, che ha come obiettivo il raggiungimento del buono stato ecologico, per le acque marine di ogni stato membro, entro il 2020. L’attività di raccolta e di campionamento dei rifiuti spiaggiati verrà svolta dagli studenti di due classi del Liceo Scientifico “A. Volta” durante la mattina di sabato 14 Maggio presso il Lungomare “Italo Falcomatà”, lungo la porzione di spiaggia libera adiacente al Laboratorio Naturale di Ingegneria Marittima “Noel”, l’impianto sperimentale per le ricerche sulle energie provenienti da moto ondoso. Gli studenti e i volontari del Circolo Legambiente cittadino saranno guidati dal Prof. Aurelio Galtieri, biologo marino, e da Stefania Pascuzzo, dott.ssa in Biologia ecologica dell’ambiente marino costiero e membro del Comitato Scientifico Legambiente RC, che censiranno la quantità e la qualità dei rifiuti spiaggiati seguendo il protocollo ufficiale di monitoraggio messo a punto dal Ministero dell’Ambiente e da ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), a cui i dati, una volta elaborati a livello nazionale, andranno consegnati. Il luogo scelto per l’indagine “BEACH LITTER” è un tratto costiero rappresentativo del più ampio fronte a mare della città, interessato dalle tipiche correnti dello Stretto e da attività plurime quali la pesca, la balneazione, il diportismo e le attività turistiche e ricreative, per cui si presenta come un sito particolarmente interessante per l’indagine non solo sui rifiuti portati dal fenomeno dello spiaggiamento, ma anche su quelli lasciati dalle attività locali. Inoltre, tutta la cosiddetta area “del Tempietto” è da tempo tenuta sotto osservazione dal Circolo reggino di Legambiente – a partire dalla Corrireggio, che già da due edizioni l’ha “adottata” per una parte importante del suo percorso di gara – per una sua opportuna e attesa valorizzazione. Nel prosieguo della mattinata il gruppo di studenti dell’Istituto “A. Volta” visiterà gli impianti sperimentali del Laboratorio “Noel”, inaugurato nel 2005 e gestito da un gruppo di docenti dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università Mediterranea, e avrà l’opportunità di discutere con i ricercatori impegnati nel Progetto degli esperimenti fin’ora condotti e sulle prospettive di valorizzazione delle risorse, anche umane, presenti nel nostro territorio.  Sarà per tutti un’importante occasione di informazione e sensibilizzazione, tramite anche l’approccio scientifico dell’indagine, rispetto alla tematica dei rifiuti, della salvaguardia dell’ecosistema marino e la tutela della bellezza dei luoghi.