Le FOTO delle iniziative di oggi di Oliverio in giro per la Calabria

Il Presidente della Regione Mario Oliverio, oggi a Tiriolo, Decollatura, Soveria Mannelli dove ha incontrato amministratori locali e cittadini

inaugurazione officina della cultura soveria mannelli - 4Pomeriggio nel territorio del Reventino, per il Presidente della Regione Mario Oliverio, oggi a Tiriolo, Decollatura, Soveria Mannelli dove ha incontrato amministratori locali e cittadini. A Tiriolo- informa un comunicato dell’Ufficio Stampa della Giunta- il Presidente ha visitato, accompagnato dal sindaco Giuseppe Lucente, l’area archeologica di Gianmartino, dove un recente scavo ha riportato alla luce strutture riferibili ad un grande edificio, riconducibili alla cultura dei Brettii, definito dagli archeologi il ” Palazzo dei Delfini”, rappresentati in un mosaico, uno dei reperti ritrovati. Seconda visita, di seguito, a Decollatura, al Parco culturale e letterario “Michele Pane”, oggi completato, nato per valorizzare il patrimonio culturale e letterario dell’area del Reventino, opera realizzata dalla Regione con fondi POR 2007/ 2013. A ricevere il Presidente, la Sindaca Anna Maria Cardamone, presente il consigliere regionale Antonio Scalzo.  A Soveria Mannelli, quindi, il Presidente della Regione ha inaugurato con il Sindaco Giuseppe Pascuzzi, l’”Officina della Cultura e della Creatività” e la Digital Library del Reventino- realizzate con Fondi POR 2007/2013- nei locali sottostanti Piazza Bonini, dove si è tenuto un Convegno che ha contato la partecipazione dell’Assessore regionale Carmen Barbalace, del Rettore dell’Università della Calabria Gino Mirocle Crisci, del Presidente della Provincia di Catanzaro Enzo Bruno.

“È una struttura bella ed importante- ha affermato il Prvisita parco archeologico tiriolo - 1esidente Oliverio nell’incontro – che indica un percorso, quello del rilancio delle aree interne, che costituiscono nella nostra regione l’80% del territorio, e che devono essere aiutate a contrastare l’esodo, l’abbandono. Iniziative come questa, che aprono spazi innovativi e li mettono a disposizione soprattutto dei giovani, vanno in questa direzione. L’amministrazione di Soveria Mannelli è stata lungimirante nel mettere in campo questo progetto, che dimostra che le risorse possono essere utilizzate bene, per la crescita del territorio.” “Nella nuova Programmazione comunitaria 2014/2020- ha aggiunto- abbiamo posto il problema delle aree interne come centrale e non a caso abbiamo costituto un fondo di 200 milioni di euro da destinare alle aree interne, collinari e montane, aggiuntivo alle altre risorse a cui esse potranno attingere. A questo riguardo- ha ricordato- lo stesso ministro Martina, di recente in Regione per la presentazione del PSR, ha avuto modo di esprimere un concetto importante, ovvero che la Calabria può essere un laboratorio cui fare riferimento nazionale per un progetto di sviluppo e di rilancio delle aree interne e di contrasto all’esodo.” “In questa direzione- ha detto ancora Oliverio- abbiamo assunto iniziative rilevanti, innanzitutto in tema di servizi di primaria importanza come sono quelli sanitari. Soveria è il centro di un comprensorio importante come è quello del Reventino e per questo deve essere il centro nel quale i servizi di prima necessità ospedaliera devono essere garantiti. L’ospedale di Soveria- ha indicato- deve essere ripreso. Nel corso di questi anni, gli ospedali montani sono stati svuotati, smembrati. Noi abbiamo ripreso una attenzione nei confronti di queste realtà”. “Altro tema importante- ha spiegato inoltre il Presidente Oliverio- è quello dei collegamenti. La lontananza, la perifericità di queste zone non sono stati un fattore secondario nell’abbandono Abbiamo dato incarico alle Ferrovie della Calabria di definire uno studio di fattibilità per l’ammodernamento della linea ferroviaria Catanzaro- Cosenza che attraversa storicamente Soveria. Entro il mese di luglio lo studio sarà definito e da questo trarremo conseguenze concrete in termini di investimenti per l’ammodernamento della tratta ferroviaria, perché questo asse collega le due Metrotramvie, Cosenza-Università di Rende e Catanzaro – Germaneto, in un disegno unitario, per il quale l’ attraversamento di una ferrovia moderna dell’area consentirà di creare le condizioni di sviluppo e crescita e contrasto all’esodo”.