L’Associazione Culturale teatrale Scena Nuda aderisce alla campagna “Illuminiamo il Futuro”

Scena NudaL’Associazione Scena Nuda aderisce alla campagna “Illuminiamo il Futuro” di Save the Children, per contrastare la povertà educativa in Italia. Nel nostro Paese oltre 1 milione di bambini vive in povertà assoluta, ovvero senza beni e servizi indispensabili per condurre una vita quotidiana accettabile, e poco meno di due milioni si trova in condizioni di povertà relativa. Ma c’è anche un’altra povertà, ugualmente grave e drammatica: quella educativa che è la mancanza di opportunità formative per i bambini. Una condizione che li priva della possibilità di costruirsi un futuro o anche solo di sognarlo. Inoltre, togliendo ai bambini le possibilità di crescita e formazione, la povertà educativa, figlia di quella economica, produce la povertà economica di domani. La situazione è più drammatica al Sud e in una regione come la Calabria che, assieme a Puglia e Molise, si trova al secondo posto, dopo Sicilia e Campania, tra quelle che detengono il primato negativo delle regioni italiane con la maggiore “povertà educativa”, secondo il rapporto stilato da Save the Children. Per questo, Scena Nuda ha deciso di aderire alla campagna “Illuminiamo il futuro”, contribuendo così al perseguimento dei tre obiettivi che la campagna si è proposta di raggiungere entro il 2030: far sì che tutti i bambini possano apprendere, sviluppare talenti e aspirazioni, che possano aver accesso a un’offerta educativa di qualità e che si possa eliminare la povertà minorile. L’evento “Laboratorio teatrale per bambini” che si è tenuto presso l’auditorium Umberto Zanotti Bianco di Reggio Calabria ha visto 40 partecipanti tra bambini dai 4 ai 10 anni e i loro genitori. «Auspichiamo di poter dare così un contributo concreto alla creazione sul territorio di vere e proprie comunità educanti, insieme a Save the Children e alle altre realtà territoriali».