Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio partecipa alla festa del Corpus Domini di Portigliola

Portigliola (3)La Delegazione Calabria del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, il più antico Ordine Cavalleresco della storia e della Cristianità, le cui origini vengono tradizionalmente fatte risalire all’imperatore Costantino I il Grande, è stata invitata a partecipare alla festa del Corpus Domini di Portigliola, paese  dove la processione del Sacro Ostensorio è accolta dall’ormai tradizionale infiorata, un intreccio di fede e tradizione che da anni contraddistingue il ridente centro ionico. La Delegazione, che in precedenza aveva donato generi di prima necessità per le persone bisognose della parrocchia, ha accolto con fede e riconoscenza l’invito di Don Nicola Commisso, parroco della Chiesa di San Nicola di Bari molto vicino all’Ordine Costantiniano. La solenne processione del Corpus Domini, alla quale hanno preso parte i Cavalieri costantiniani con i loro caratteristici mantelli “bleu de roi”,  è stata preceduta dalla Santa Messa celebrata dallo stesso Don Commisso, alla presenza di numerosi fedeli e delle Autorità civili, rappresentate dal Sindaco di Portigliola Dott. Rocco Luglio. Per la Delegazione erano presenti il Delegato Vicario, Comm.re Aurelio Badolati, i Cavalieri Rocco Gatto, Pasquale Zavaglia e Domenico Lizzi, il Coordinatore dei Benemeriti Roberto Bendini, il decano dei Volontari Carlo Parisio. Alla fine della Santa Messa, il Comm.re Badolati esternando ai presenti i saluti della Delegazione, ha ricordato come esattamente un anno fa è partito il tour della solidarietà che ha visto la Delegazione in giro per la Calabria, impegnata nel progetto solidale di donazione di generi di prima necessità, la cui consegna, agli ultimi e invisibili della regione, ha permesso di alleviare le sofferenze di circa 600 famiglie, mentre sono stati più di 300 i bambini bisognosi ai quali è stato dato “un sorriso in più” attraverso la donazione di giocattoli. Tutto ciò è stato reso possibile grazie alle opere meritorie di alcuni benefattori tra i quali ricordiamo la Esselunga S.p.A., una delle principali catene italiane nel settore della grande distribuzione organizzata, e il Cav. Luigi Rogliano, noto imprenditore milanese di origini calabresi che proprio recentemente ha dimostrato di portare nel cuore la sua terra, impegnandosi nella donazione di 300 paia di scarpe.