Il pilota di Catona Luca Ligato in gara a Verzegnis nella 3^ prova del Campionato Italiano Velocità Montagna

Luca Ligato e Simone FaggioliSabato 27 e Domenica 28 si svolgerà a Verzegnis (UD) la 3^ prova del Campionato Italiano Velocità Montagna.  Oltre 300 i partecipanti iscritti alla manifestazione. La spettacolare cronoscalata friulana si conferma una delle più amate dai piloti italiani ed europei ma i primi numeri di questa edizione superano ogni aspettativa.  Il boom dell’elenco iscritti da record segna il successo pieno per gli organizzatori della E4Run e ora la cittadina sulle Alpi Carniche si appresta a ospitare un super weekend motoristico con presente l’intero gotha della specialità, in battaglia per le varie titolazioni, tra le quali spiccano quelle di Campionato Italiano Velocità Montagna e di FIA International Hill Climb Cup. I protagonisti hanno aderito in massa anche dall’Europa: la presenza di 91 driver stranieri garantisce la rappresentanza di undici nazioni del continente: oltre all’Italia, Germania, Austria, Svizzera, San Marino, Slovenia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Polonia e Lussemburgo. Tra questi il giovane Reggino di Catona Luca Ligato della Scuderia Jonia Corse,  che correrà con la sua Osella PA21 Evo del Tem Faggioli, nel gruppo CN 2000 Luca ha vinto la gara di apertura e si è classificato al 2^ posto nella seconda prova di Fasano. Ad oggi divide il primo posto in classifica con il forte driver di Potenza Achille Lombardi. Quello di Verzegnis è un percorso di lunghezza:  5,640 Km con una pendenza media: 7,2% Altitudine partenza: 500 m s.l.m.  – Altitudine arrivo: 896 m s.l.m. “Percorso veloce-dice Luca Ligato-una salita che mi piace molto. Ad oggi,  comunque,  sono assolutamente contento per l’andamento della  fase iniziale del Campionato  considerando che siamo arrivati a questo inizio  del CIVM  con l’Osella PA21 Evo Honda assolutamente nuova e senza aver avuto il tempo di fare delle prove,  se non nelle due gare precedenti.  Affronto Verzegnis-continua Ligato- con serenità  e con la consapevolezza che sta nascendo il giusto  feeling con la macchina,  con il motore e con le gomme Pirelli  che si stanno comportando in modo eccellente . Per tutto  questo  un ringraziamento  al Team Faggioli che mi ha messo a disposizione un mezzo assolutamente competitivo, seguendomi e consigliandomi nel migliore dei modi, ed a tutto il mio staff che mi è sempre vicino ”