Il discorso di insediamento di Gratteri a Catanzaro: “I magistrati siano indipendenti”

Oggi Nicola Gratteri ha preso posto come nuovo Procuratore della Repubblica di Catanzaro. Durante il suo discorso tanti ringraziamenti ma anche tante consapevolezze

Nicola-GratteriQuesta mattina Nicola Gratteri si è insediato come Procuratore della Repubblica di Catanzaro. Nel suo discorso, la consapevolezza del suo destino: Nonostante le schermaglie che ci sono state, è da febbraio che so che sarei venuto a Catanzaro. Ero diventato mediaticamente ingombrante, e quindi mi hanno dato Catanzaro“. Ha quindi ringraziato quanti hanno creduto in lui, come il consigliere Galloppi: “Insieme al consigliere Galoppi hanno creduto in me sin dal primo momento; fu lui a propormi per primo l’idea di Catanzaro”. Un pensiero è stato rivolto anche all’arcivescovo di Catanzaro Vincenzo Bertolone: “La sua presenza oggi e’ importante perche’ mi permette di sfatare la leggenda che io sia contro la chiesa per avere scritto il libro Acquasantissima“.
Ma l’intervento più importante Gratteri l’ha dedicato proprio ai magistrati, rispondendo ai giornalisti rispetto alle polemiche che in questi giorni hanno coinvolto il Csm e l’Anm per la partecipazione ad iniziative politiche dei magistrati: ”Noi dobbiamo cercare non solo di essere, ma anche di apparire, indipendenti e distanti. Non possiamo andare così avanti nel rapporto. Già la gente dubita di noi e pensa che siamo di parte. Non penso che un magistrato debba fare politica attiva“.