Giornalista morto suicida in Calabria, al processo la testimonianza di Piero Sansonetti

piero-sansonettiE’ stato ascoltato in aula come testimone della difesa Piero Sansonetti, ex direttore di Calabria Ora per la morte del giornalista Alessadro Bozzo, il quale si suicidò il 15 marzo del 2013. “Alessandro accettò a malincuore il passaggio del contratto di lavoro da tempo indeterminato a tempo determinato”, spiega Sansonetti. Per la morte del giornalista è imputato il suo ex editore, Pietro Citrigno, il quale è accusato di violenza privata. “Alessandro -spiega il noto giornalista- non ha voluto accettare la mia proposta di nominarlo caposervizio della cronaca di Cosenza”. Il Tribunale ha accolto la richiesta della difesa e ha ascoltato anche il commercialista Antonio Claudio Schiavone, nominato consulente della difesa che ha analizzato lo stato economico delle società: “la testata viveva un momento di grave crisi economica”.