Gerace, Nucera (Federturismo): “violenza criminale non fermerà crescita e sviluppo”

Giuseppe_Nucera-federturismo“Quanto accaduto a Gerace ci sconvolge e ci preoccupa fortemente. Il vile gesto intimidatorio che è stato indirizzato nei confronti dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Pino Varacalli, colpisce in modo particolare poiché rivela il tentativo di svilire il percorso di riscatto sociale e culturale che questa comunità ha avviato con grande successo”. E’ quanto afferma il referente della sezione Turismo di Confindustria Reggio Calabria e componente del direttivo nazionale di Federturismo Confindustria, Giuseppe Nucera, con riferimento all’attentato incendiario che ha distrutto dieci autovetture turistiche di proprietà del Comune di Gerace. “Da imprenditore e, prima ancora, da calabrese, esprimo ferma condanna e profonda riprovazione per quanto è accaduto. Solo qualche giorno fa – ricorda Nucera - siamo stati nella splendida località reggina insieme ad un gruppo di giornalisti di testate nazionali, nell’ambito di un tour organizzato dal Centro di Ricerche e di Promozione Turistica in collaborazione con “Tavola italiana”, l’Accademia italiana della Cucina delegazione territorio Magna Grecia e Fondazione Mediterranea. Un’iniziativa fortemente voluta e sostenuta da Federturismo Confindustria con il preciso obiettivo di esaltare le bellezze e la storia del nostro territorio. La tappa geracese si è svolta nel migliore dei modi, soprattutto grazie alla straordinaria accoglienza e preparazione che tutti gli attori direttamente coinvolti hanno saputo offrire. Nel corso della giornata – sottolinea l’esponente di Federturismo - insieme agli osservatori nazionali della stampa, abbiamo toccato con mano la formidabile crescita che questo territorio, in stretta sinergia con l’Amministrazione comunale, ha intrapreso sotto il profilo organizzativo, imprenditoriale, logistico e ricettivo. Gerace è uno dei modelli più virtuosi di riferimento che il turismo calabrese e il connesso circuito di valorizzazione del territorio, possa vantare in questo momento. Un modello che fa del turismo sostenibile, della riscoperta delle tradizioni e del fortissimo fattore identitario i suoi punti di forza. Una sfida che riscuote l’apprezzamento di turisti e visitatori, come abbiamo potuto constatare anche in occasione della nostra recente visita. Alla luce di tutto ciò – evidenzia Nucera – l’attentato incendiario contro i mezzi turistici del Comune è, senza alcun dubbio, da ricondurre al disegno criminale di una sparuta, quanto vigliacca, frangia di individui che continua a operare nell’ombra per affossare il nostro territorio. A questi criminali, da parte di tutta la comunità geracese, dall’Amministrazione comunale con il testa il sindaco Varacalli, dagli imprenditori, dalle associazioni e da quanti, nei rispettivi ambiti, si impegnano per affermare agli occhi del Paese e del mondo il volto luminoso di questa terra, oggi arriva un messaggio chiaro e inequivocabile. La violenza criminale e la prevaricazione di matrice mafiosa non fermeranno lo slancio progettuale e i percorsi di sviluppo che vedono protagonista Gerace. Come imprenditori saremo sempre al fianco di questa comunità, anche con nuove iniziative fornendo il contro contributo per affrancare il nostro territorio dal malaffare e liberare le tante energie positive che esso possiede”.