Fip Calabria, grande successo per le “giornate azzurre”

femmin rc (1)E’ stata una due giorni intensa e partecipata quella che ha visto protagoniste Reggio Calabria e Catanzaro Lido in occasione delle “Giornate Azzurre”. L’evento, promosso dal Settore Giovanile della FIP e organizzato dal Comitato regionale FIP Calabria presieduto da Sandro La Bozzetta, ha messo in mostra le eccellenze giovanili del movimento cestistico calabrese. In riva allo Stretto e nella città capoluogo, quella andata in scena è stata una vera e propria festa dello sport ma anche un momento altamente qualificato di verifica dei progressi sotto i profili tecnico, organizzativo e gestionale che stanno caratterizzando il lavoro della Fip Calabria intorno al settore giovanile. Sotto la guida attenta di Antonio Bocchino Tecnico settore squadre nazionali Fip, Roberta Vozza, preparatore fisico territoriale Calabria, e Maurizio Cremonini, responsabile tecnico minibasket e scuola Fip, il primo dei due appuntamenti in programma si è svolto nel centro sportivo della Viola Basket Reggio Calabria. Nella struttura del club neroarancio sono stati ospitati gli allenamenti della selezione femminile (atlete classe 2001 e 2002) e del Centro tecnico federale maschile (atleti nati nel 2000-2001). Particolarmente significativo si è rivelato lo spazio di approfondimento tecnico interamente dedicato ai fondamentali individuali di passaggio e tiro. Il clinic integrato che ha visto il coinvolgimento di allenatori, istruttori minibasket e preparatori fisici, ha offerto il quadro completo circa gli avanzamenti e il livello di crescita dei giovani atleti. Un momento che ha lasciato soddisfatti i tecnici federali che hanno potuto toccare con mano la qualità del lavoro svolto in ambito locale oltre che, naturalmente, il grande entusiasmo e l’impegno che contraddistingue tutti gli operatori del movimento cestistico calabrese. Analoghi riscontri sono stati registrati anche al PalaGiovino di Catanzaro Lido in cui si sono tenuti gli allenamenti della selezione femminile, che ha riguardato le atlete nate nel 1998-1999-2000 e quello del Centro Tecnico Federale maschile (nati nel 2001-2002). A cavallo dei due training, un momento di particolare rilievo ha coinvolto i tecnici calabresi e gli istruttori di minibasket nell’ambito di un approfondimento di carattere tecnico specialistico, coordinato dal Maurizio Cremonini.

“E’ un bilancio estremamente positivo – sottolinea il presidente della Fip Calabria, Sandro La Bozzetta – quello che tracciamo al termine di questo evento. Ancora una volta il movimento cestistico calabrese dimostra di avere tutte le carte in regola per presentarsi agli occhi degli osservatori federali nazionali come una realtà seria, professionale e organizzata. Un grazie, in questo senso, intendo rivolgerlo a tutte le componenti chiamate in causa, ovvero tecnici, medici, preparatori, dirigenti e, naturalmente, gli atleti e le loro famiglie. L’attenzione che sul territorio viene riservata alla crescita del settore giovanile è costante. Facciamo fronte comune rispetto a tanti problemi e criticità di ordine strutturale con l’impegno, la competenza e tanta dedizione. Siamo soddisfatti di questo percorso – conclude La Bozzetta – che infonde fiducia e speranza per il futuro del basket nella nostra regione”.
Le due giornate del progetto azzurri evidenziano il buon lavoro fatto da una regione, ha evidenziato Bocchino, “che ha dato lustro al basket nazionale e che ora vive una fase di rilancio che può riportarla ai vertici nell’attività giovanile, grazie anche alla competenza dei propri allenatori. E’ in atto un processo di crescita e miglioramento tecnico del settore che fa ben sperare, perché vede le varie componenti regionali impegnate in un percorso che pone al centro, prima di tutto, il giocatore”.