“Festa del Lavoro”, dati shock per la Calabria: disoccupazione giovanile al 65%, è la più alta d’Europa!

DisoccupazioneLa Calabria è la Regione con la disoccupazione giovanile più alta d’Europa! Il drammatico dato emerge dalle statistiche diffuse dall’EUROSTAT in occasione della “Festa del Lavoro” e certifica come la Calabria sia di gran lunga la Regione con il tasso di disoccupazione giovanile (tra 15 e 24 anni) più elevato di tutto il continente nel 2015. Il dato è del 65,1% e non ha eguali in Italia: al penultimo posto c’è la Sardegna con il 56,4%, meno peggio la Sicilia con il 55,9%.

In realtà, dati alla mano, la Calabria è terzultima in Europa ma le ultime due posizioni in realtà fanno parte dell’Africa: sono le due enclavi spagnole nel Maghreb, Ceuta e Melilla, dove la disoccupazione giovanile è rispettivamente del 79,2% e del 72,0%. Ma si tratta in entrambi i casi di piccolissime realtà territoriali: Ceuta conta 78 mila abitanti, Melilla 73 mila. La Calabria invece è una Regione di 2 milioni di abitanti e il dato è drammatico, peggiore persino delle Regioni più povere di Grecia e Spagna.

La media europea di disoccupazione giovanile è del 20,4%, un dato distante anni luce da quello calabrese. Il territorio che invece presenta la percentuale più bassa di disoccupazione giovanile è quello tedesco di Oberbayern (3,4%), situato nell’estremo Sud della Germania, al confine con l’Austria (è la Regione di Monaco di Baviera, la più vicina all’Italia), seguito da altre nove regioni tedesche, tra queste Freiburg al secondo col 4,7%, e Mittelfranken col 5,2%. 

L’Italia resta il Paese delle grandi differenze tra Nord e Sud. Ma la Calabria stavolta non è fanalino di coda soltanto per il nostro Paese, bensì per tutto il Continente.