FareArte, da sabato nel reggino inizia il SudFestival delle differenti abilità

MANIFESTO 70 100Partirà Sabato 7 FareArte 2016, il SudFestival delle differenti Abilità organizzato dalla Cooperativa Sociale Futura. Sii terrà nella provincia di Reggio Calabria, nei comuni di Maropati, Polistena e Cittanova dal 7 al 14 maggio prossimo sotto la direzione Artistica di Gigi Gargano e la direzione Organizzativa di Daniela Laurito. Il festival, che ha come scopi prioritari quello di evidenziare le abilità artistiche di soggetti diversamente abili e di divulgare la cultura della solidarietà, grazie alle tante e tante organizzazioni di volontariato e al valido apporto del Forum Terzo Settore Piana di Gioia Tauro, è patrocinato dall’Assessorato al Welfare, Lavoro e Servizi Sociali della Regione Calabria, insieme con la Presidenza del Consiglio Regionale, la Provincia di Reggio Calabria, i comuni di Maropati, Polistena, Cittanova e la legacoopsociali Calabria; è stato inserito negli Stati Generali della Cultura della provincia di Reggio Calabria; si avvale della collaborazione dell’Associazione Dracma, Centro Sperimentale di Arti Sceniche, del Centro di Promozione Artistico e Teatrale Promaetea Polistena e ha sottoscritto numerose collaborazioni con gli istituti scolastici del comprensorio. Gli spettacoli teatrali si svolgeranno all’interno dell’Auditorium Comunale di Polistena, del Teatro Gentile di Cittanova e nella Sala Consiliare del comune di Maropati. Sabato 7 maggio alle ore 10,00 nell’Auditorium Comunale di Polistena si terrà la rappresentazione “Pinocchio” curata dai ragazzi della II D della Scuola Media Salvemini di Polistena. La sera alle ore 22.30 sempre a Polistena, in Piazza della Repubblica, si terrà la vera cerimonia di inizio con presenza dell’Assessore Regionale Federica Roccisano e il concerto dal vivo di Shark & Groove, il duo canoro calabrese diventato famoso l’anno scorso grazie a Italia’s got Talent e destinato a grandi affermazioni. “abbiamo scelto di organizzare un evento live in Piazza della Repubblica a Polistena, per incontrare e parlare con i giovani nel luogo diventato ormai centrale per i ragazzi di tutta la piana e non solo” dichiarano gli organizzatori.

Il festival proseguirà il 9 maggio mattina con laSHARK E GROOVE rappresentazione teatrale “Grazie Giovanni”; commedia nata all’interno della Comunità Futura di Maropati e che vedrà sul palcoscenico gli Ospiti della Comunità insieme ad alcuni ragazzi del Liceo delle Scienze Umane e dell’ITIS “Conte Milano” di Polistenae con le scenografie curate dal Liceo Artistico di Cittanova. La sera sul palco dell’Auditorium Comunale si esibirà l’Orchestra Sinfonica Giovanile della Calabria diretta dal Maestro Ferruccio Messinese, nel gran concerto “Musica e Poesie” presentato da Roberta Cullari e durante il quale si potranno ascoltare testimonianze dirette dal mondo del volontariato, curate dal gruppo Arcobaleno di Polistena, oltre ad un momento teatrale dedicato ad Alda Merini curato da Marilena Luccisano per il Centro Prometea di Polistena. Il 10 maggio sarà ancora una volta rappresentata la commedia Grazie Giovanni ma nel teatro Gentile di Cittanova. L’11 maggio saranno gli alunni dell’Istituto Comprensivo Capoluogo Brogna, Scuola Secondaria Salvemini, che apriranno la giornata con “la Divina Commedia” mentre dalle ore 10.00 nella sala comunale di Maropati si svolgerà il convegno scientifico internazionale “Open Dialogue: approach to acute psychosis”, con relatori il Dott. Giovanni Curcio, Direttore scientifico del Festival, il Dott. Jimmy Ciliberto, psicoterapeuta e Supervisore progetto trasferibilità Open Dialogue in Italia e il Dr. Arto Pekka Brochers, Psichiatra, membro del Team finlandese diretto dal Dott. Jaakko Seikkula a cui spetta la paternità del modello di trattamento psichiatrico nato in Finlandia, destinato a pazienti schizofrenici e alle loro famiglie. Il 12 e 13 maggio sarà la volta di Michele Tarallo, attore, regista e docente teatrale che presenterà il monologo “Il Regalo Rotto”: la storia di Chiara, sua figlia, che, come afferma lo stesso attore “Anche se è cerebrolesa e non “guarirà” mai ha tanto da insegnare”, ma, continua, “se non si impara ad affrontare la disabilità con il sorriso, la subirai continuamente”. Lo stesso Miche Tarallo terrà dei laboratori teatrali nei pomeriggi. Sempre il 13 maggio si terrà la rappresentazione Gian Burrasca curata dall’Istituto Comprensivo Anoia Maropati Giffone classe II media Maropati; durante la rappresentazione ci saranno alcuni interventi musicali curati dagli istituti scolastici di Anoia e Giffone.

Il Festival si chiuderà sabato 14 maggio con due grandi momenti artistici, oltre alla giornata dedicata interamente al Forum Terzo Settore Piana di Gioia Tauro. La mattina sarà la volta di Simona Atzori che “Attraverso la Pittura, la Danza, gli Incontri Motivazionali e i Libri, desidera comunicare agli altri le emozioni che vive e trasmettere quel desiderio che c’è dentro ognuno di noi di rendere la propria vita degna di essere vissuta”. Aprirà con un momento di danza e proseguirà con un incontro motivazionale. La sera sarà la volta dell’Associazione Neon di Catania che presenterà lo spettacolo teatrale “Ciatu” con la regia di Monica Felloni e la direzione artistica di Piero Ristagno. Il nucleo narrativo della rappresentazione sarà incentrato sulla figura di Giordano Bruno con un susseguirsi di quadri scenici densamente popolati da Attori professionisti e meravigliosi innesti di diverse abilità, per dimostrare che ogni tipo di diversità, fisica, psichica o etnica, concorre nella messa in scena della magia del teatro. “Un programma articolato“ dichiara Lorenzo Sibio, Presidente della Cooperativa sociale Futura, organizzatrice dell’evento “che si pone come obiettivo la rivelazione dell’arte presente dentro ognuno di noi”. L’ingresso a tutti gli spettacoli e le attività sarà completamente gratuito.