Due giorni ricchi di eventi al Liceo E. Ainis di Messina

Si è svolta ieri, nei locali della palestra, una Fiera dell’imprenditoria giovanile per divulgare le esperienze realizzate nelle ore di Alternanza Scuola-Lavoro

scuolaIl Liceo Emilio Ainis si apre alla città offrendo agli studenti, famiglie e giovani del territorio nuovi stimoli e opportunità. Si è svolta ieri, nei locali della palestra, una Fiera dell’imprenditoria giovanile per divulgare le esperienze realizzate nelle ore di Alternanza Scuola-Lavoro. Alcune classi, seguite dai tutor dell’IGS, si sono impadronite di strumenti e tecniche della comunicazione e hanno creato delle agenzie pubblicitarie dedite alla promozione di iniziative sociali e culturali. Significativo l’impegno profuso per promuovere l’evento sportivo, organizzato in collaborazione con il SAP, nel giorno dedicato alle vittime della strage di Capaci. Particolarmente interessanti anche due app realizzate per velocizzare il book-crossing e la PoliMe per visualizzare, sul proprio smartphone, le combinazioni dei trasporti integrati nell’area dello stretto e comunicare con altri utenti. Stasera dalle 17,00 alle 20,00 si svolgerà la Festa della Didattica, un’occasione per cogliere la ricchezza e la varietà dei progetti e interagire con gli studenti protagonisti. Il momento più atteso si terrà alle 20.00 con l’apertura del grande cortile interno trasformato in un’arena per ospitare la performance dei giovani del Laboratorio musicale e teatrale dell’istituto. Gli allievi del coro e dell’orchestra diretti dal prof. Nazzareno De Benedetto, terzi  classificati al Concorso Nazionale “ Salvuccio Percacciulo”, apriranno la serata: attraversando diversi generi musicali, dal gospel al  pop contemporaneo, si potrà apprezzare il valore formativo del Liceo  Musicale, unica realtà presente nella nostra città. Si accenderanno poi i riflettori dello spettacolo “Alice nel  paese delle meraviglie perdute”, rilettura satirica e attualizzata del testo di Lewis Carol, scritta e diretta dal maestro Alessandro Alù. La performance ha conseguito il Premio della  critica alla Rassegna Nazionale Pulcinellamente e il Premio alla regia per Alessandro Alù e alla migliore attrice non protagonista Chiara D’Andrea alla Rassegna Tindari Teatro giovani. Gli allievi,  sono stati seguiti da un team di maestri esperti dell’Accademia di musical Vaudeville: Paride Acacia per le dinamiche di gruppo;  Enza Fiumanò per il canto; Sarah Lanza per la danza e Mario Parlagreco per la dizione. Le insegnanti referenti Serenella Scuto e Michela Caranna hanno garantito e sostenuto l’impianto complessivo del progetto che rispetta una particolare mission della scuola, raccordare le conoscenze alle competenze per realizzare un percorso di studio completo delle dinamiche teatrali e vivere una grande opportunità di crescita personale e culturale.