Due diportisti soccorsi dalla guardia costiera in Calabria

CostieraUn’operazione di soccorso in mare è stata condotta nella mattinata di oggi nelle acque antistanti il Comune di Rossano dalla Guardia Costiera di Corigliano Calabro. La Sala Operativa della Guardia costiera ha ricevuto l’allarme di due diportisti tarantini in transito nella zona. L’unità in vetroresina a vela con motore ausiliario di 10 metri di lunghezza, partita dal porto di Corigliano Calabro, ha cominciato ad imbarcare acqua a causa dello sfilamento dell’asse dell’elica del motore. I due diportisti, in balia delle correnti e del vento, si trovavano in navigazione a mezzo miglio dalla costa di Rossano verso sud e nell’impossibilità di poter rientrare in qualche modo a riva o in porto. Immediatamente è stata inviata la motovedetta della Guardia Costiera CP 841, che ha iniziato le operazioni di ricerca dei dispersi partendo proprio dal punto indicato da loro stessi, non senza difficoltà a causa del mare formatosi in zona e del vento teso. In brevissimo tempo la motovedetta ha intercettato l’unità da diporto, soccorrendo e tranquillizzando i preoccupati diportisti che, alla vista dei militari, hanno quindi tirato un sospiro di sollievo. Una volta tratti in salvo ed accertate le loro buone condizioni di salute, i malcapitati sono stati accompagnati verso il porto di Corigliano Calabro, dove sono arrivati navigando a vela scortati e controllati dall’equipaggio della Guardia Costiera e dove, in tutta sicurezza, hanno potuto ormeggiare l’imbarcazione assistiti da personale a terra. La Capitaneria di porto avvierà i previsti accertamenti tecnici finalizzati a verificare le cause dell’avaria, che avrebbe potuto comportare l’affondamento dell’unità da diporto e del suo equipaggio. La Guardia Costiera ricorda che eventuali situazioni di pericolo o di minaccia per la vita umana che richiedono un tempestivo intervento possono essere segnalate chiamando gratuitamente il numero blu 1530, attivo 24 ore su 24.