Dieci macchine incendiate a Gerace, la Cgil: “servono azioni concrete di denuncia e di sostegno”

incendio reggio“Esprimiamo ferma condanna al vile atto che ha colpito la comunità geracese la notte tra il 29 e 30 maggio, una comunità che da lustro a questa terra di Calabria per le sue straordinarie bellezze e per la sua cultura di legalità. Una comunità aperta al confronto, che ha ospitato i “campi della legalità” dello SPI CGIL che avvicina ogni anno decine di ragazze e ragazzi provenienti da tutta Italia per confrontarsi sui temi della legalità”.  Con queste parole Salvatore Lacopo, Segretario Generale dello SPI CGIL Reggio Calabria – Locri, condanna il vile attentato perpetrato nei confronti di una comunità, di un Sindaco e di una amministrazione da sempre in prima linea contro le prevaricazioni, esprimendo solidarietà e vicinanza a nome di tutti i pensionati. Continua Lacopo, “mai come in questo momento serve rialzare il fronte sociale di contrasto alla prevaricazione se vogliamo sconfiggere questo fenomeno opprimente per il  nostro territorio.  Serve far sentire e sostenere concretamente, ognuno per la sua parte, l’operato della magistratura con azioni concrete di denuncia e di sostegno per far crescere ed alimentare la cultura della legalità”. Per questo motivo – conclude Lacopo – lo SPI CGIL Reggio Calabria Locri sarà presente alla Pacifica Manifestazione di mercoledì 1 giugno per testimoniare il proprio impegno a favore della legalità”.