Costruzione di case popolari in Calabria: i giudici archiviano il procedimento contro Scopelliti e la giunta di centro-destra

Costruzione di case popolari in Calabria, Scopelliti e giunta indagati. I Pm chiedono l’archiviazione accettata dal Gip

Giuseppe_Scopelliti_pres._Regione_CalabriaIl procedimento penale nato dalla denuncia dell’impresa edile Gatto che vedeva indagati l’ex presidente Scopelliti e la giunta è stato archiviato. Gatto, con la giunta di centro-sinistra guidata da Agazio Loiero, si era aggiudicato il bando per la costruzione delle case popolari in Calabria mentre la successiva giunta Scopelliti, annullò il finanziamento regionale. Si fece un nuovo bando al quale parteciparono società che non avrebbero avuto i requisiti necessari per parteciparvi e dove, tra l’altro, l’impresa Gatto non vi prese parte accordandosi con la Regione per un risarcimento. L’accusa per Scopelliti, la giunta, vari dirigenti della Regione Calabria era di abuso d’uffico.

A seguito di indagini e dell’esame reso dei divregione calabriaersi soggetti indagati, i Pm hanno deciso di archiviare il procedimento. “In primo luogo- osservano i Pm- occorre notare come le delibere sottoposte alla Giunta sono, in ogni caso, il frutto di una istruttoria e di una valutazione effettuata esclusivamente dall’assessore proponente e dal suo staff dirigenziale. Nel caso di specie, sottolineano i PM titolari delle indagini, le delibere oggetto dei capi di imputazione sono state istruite dal Gentile (che è stato recentemente rinviato a giudizio dinnanzi al Tribunale e per il quale si svolgerà il processo) e dal suo assessorato per proprie finalità. Con riferimento alle nomine dei dirigenti, nessun addebito può essere mosso alla Giunta regionale a cagione della situazione di incertezza giuridica in cui si versava all’indomani della emissione della sentenza n. 324 del 2010 della Corte Costituzionale”. La richiesta di archiviazione è stata accolta dal Giudice per le indagini preliminari.