Cinquefrondi: la festa di San Michele Arcangelo entra nella storia postale

BOLLO ANNULLOIl Comune di Cinquefrondi celebra, domenica 8 maggio, la Festa del Santo Patrono, San Michele Arcangelo. Quest’anno, l’amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Michele Conia, insieme al vicesindaco Giuseppe Longo e al presidente del Consiglio Comunale, Giada Porretta, ha voluto dedicare a questa giornata, che coinvolge l’intera cittadinanza, una speciale iniziativa finalizzata alla valorizzazione e divulgazione del proprio patrimonio storico e culturale, affidandosi alle nuove generazioni.

Sono stati infatti predisposti uno speciale annullo filatelico e due cartoline ricordo, risultato del progetto “Filatelia e Scuola”, promosso da Poste Italiane in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Francesco della Scala”, diretto da Angela Maria Colella. Il progetto, sviluppato nel corso dell’anno scolastico, si è proposto di stimolare l’interesse dei ragazzi per i francobolli e avvicinarli al collezionismo filatelico, con una attività interdisciplinare che consente ai più giovani di arricchire le conoscenze culturali e una sana gestione del tempo libero.

Le cartoline raccontano il Paese di Cinquefrondi visto attraverso gli occhi dei bambini delle Quinte classi primarie delle Scuole Francesco della Scala e Corrado Alvaro dell’Istituto Comprensivo, e ne porteranno, utilizzando il circuito postale, le sue immagini in tutto il mondo. I disegni, da cui sono state realizzate le cartoline, riproducono i simboli dell’arte e della cultura del Paese: La Chiesa Matrice, la Torre campanaria, La statua di San Michele, la fontana di Venere, la Casa della Cultura e lo Stemma Comunale. I lavori originali saranno esposti all’interno della Casa della Cultura (ex municipio), quale omaggio dei giovani artisti alla propria comunità.

Lo speciale Annullo riproduce, invece, l’effige del volto di San Michele Arcangelo, Santo Patrono. Domenica pomeriggio, a partire dalle ore 15, in Piazza della Repubblica, sarà presente uno stand filatelico di Poste Italiane, in cui saranno disponibili l’annullo e le cartoline. Un evento di grande interesse, non solo per i tanti appassionati di filatelia e per i collezionisti, ma anche per tutti i cittadini: le cartoline infatti, stampate a tiratura limitata, e che saranno affrancate con francobolli dedicati al progetto “Filatelia e Scuola” e annullate con il bollo dedicato, rappresenteranno una testimonianza unica e tangibile per Cinquefrondi e per la Calabria, entrando a far parte, concluso il periodo del loro utilizzo, nel Museo storico della Comunicazione di Roma.