Catania: sequestro per 1,5 milioni all’imprenditore Vincenzo Salvatore Rapisarda

Sequestro nei confronti dell’imprenditore Vincenzo Salvatore Rapisarda, finito in carcere nell’ambito dell’operazione antimafia ‘En Plein’

Dia1E’ in corso da parte di personale della Direzione Investigativa Antimafia di Catania l’esecuzione di un decreto di sequestro, emesso dal Tribunale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta del Direttore della D.I.A. Nunzio Antonio FERLA, nei confronti RAPISARDA Vincenzo Salvatore, imprenditore.

Nel corso dell’anno 2015, lo stesso era stato tratto in arresto, nell’ambito dell’operazione della Procura Distrettuale Antimafia “En Plein”, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Catania nei confronti di nr.16 soggetti ritenuti affiliati al clan “Morabito-Rapisarda” di Paternò.  Successivamente, nel decorso mese di gennaio, RAPISARDA Vincenzo Salvatore veniva raggiunto da una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Catania nell’ambito dell’operazione di polizia denominata “Vicerè”, per associazione di stampo mafioso e rivelazione di segreti d’ufficio, nei confronti di 108 appartenenti al clan mafioso dei LAUDANI.

Il provvedimento di sequestro interessa una società e quote di partecipazione di aziende, operanti nel settore dell’autotrasporto, e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di circa 1.500.000 euro.